Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Firenze, Batistuta il Re Leone e cittadino onorario

Nardella: "E' un ambasciatore della città. Cerimonia il 3 ottobre"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

batistuta_fiorentina3

FIRENZE – Nove anni con la maglia della Fiorentina; 332 presenze tra coppe e campionati, tante con la fascia da capitano. Ma soprattutto 207 gol, le corse alla bandierina, la “mitraglia” sotto la curva Fiesole. Se a Firenze cercate un calciatore che metta tutti d’accordo, quello e’ senz’altro Gabriel Omar Batistuta. “El Camion” per gli argentini, il “Re Leone” – “Batigol” in viola e nella citta’ di Dante che ora lo premia con la cittadinanza onoraria. “Firenze e’ casa sua”, sottolinea il sindaco Dario Nardella al termine della giunta che ha dato il via libera all’atto.

“Batistuta non e’ solo un grande campione- spiega il primo cittadino- ma un uomo che ha amato e continua ad amare con grande passione la nostra citta’. Per questo abbiamo deciso di conferirgli la cittadinanza onoraria che, tra l’altro, rende giustizia anche della radici italiane”. Perche’ ‘Batigol, aggiunge, “e’ un ambasciatore di Firenze nel mondo”. La cerimonia di conferimento, annuncia Nardella, si svolgera’ a Palazzo Vecchio il prossimo 3 ottobre giorno in cui, finiti i lavori nel salone dei Duecento, sara’ inaugurata la nuova veste del Consiglio comunale. “Sono certo- conclude il sindaco- che il tributo fara’ felice non solo i tifosi ma tutti i fiorentini”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»