Salvini: “Conte come un Saviano qualsiasi, vedremo se ci sarà la forza di andare al voto”

Matteo Salvini replica all'attacco frontale di Giuseppe Conte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Bastava un Saviano di turno, un Travaglio per tutte queste accuse, un Renzi, non il presidente del Consiglio. Scopro oggi che lei mi ha mal sopportato per più di un anno”. Così Matteo Salvini, che per fare il suo intervento si e’ spostato dai banchi del governo a quelli del gruppo, si rivolge al premier Conte.

LEGGI ANCHE: Conte: “Governo è finito, da Salvini opportunismo politico e scarsa cultura costituzionale”

“Grazie- esordisce Salvini- e finalmente. Rifarei tutto quello che ho fatto, tutto. Io sono un uomo libero, non ho paura del giudizio del popolo italiano come molti in quest’aula che non sono uomini e donne liberi”.

“Se qualcuno da settimane, se non da mesi, pensava a un cambio di alleanza, nel senso di dire ‘togliamoci quei rompiballe della Lega e ingoiamoci il Pd’, non aveva che da dirlo. Io vi ci vedo a portare avanti la legge sulle banche con la Boschi, a riformare il Csm con Lotti e a fare la riforma del lavoro con Renzi, il padre del jobs act”, dice Matteo Salvini, rivolto all’aula del Senato e in particolare al gruppo M5s.

“La via maestra- aggiunge Salvini- e’ quella delle elezioni. Ma se volete noi ci stiamo di andare avanti e ultimare il percorso. Volete tagliare i parlamentari e poi andare a votare? Ci siamo. Tagliate i parlamentari e restituiamo la parola al popolo italiano. Ci siamo. Se poi uno volesse metterci una manovra coraggiosa e tagliare le tasse a milioni di italiani, noi ci siamo”.

“Vediamo se ci sara’ la voglia e la forza di andare al voto”, aggiunge Salvini.ù

LA LEGA RITIRA LA MOZIONE DI SFIDUCIA A CONTE

La Lega ha ritirato la mozione di sfiducia al premier Giuseppe Conte. Lo riferiscono alcuni senatori del Carroccio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»