Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Migranti, il garante dell’infanzia del Lazio: “Accogliere i minori è un dovere”

Marzetti ricorda che, secondo il diritto internazionale, i minori non accompagnati hanno diritto allo stesso trattamento dei minori italiani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “A bordo dei barconi di migranti fermi in mare ci sono, probabilmente, anche minori non accompagnati che, secondo la Convenzione Onu sui diritti del Fanciullo e la Legge 47/2017 del nostro ordinamento, hanno diritto a parita’ di trattamento dei minori di cittadinanza italiana o dell’Unione europea, e vanno dunque accolti e protetti”. Cosi’ il garante dell’Infanzia del Lazio, Jacopo Marzetti, in un comunicato.

“Non voglio entrare nel merito delle scelte politiche del nostro governo nazionale- spiega Marzetti- e neanche parlare a nome dei miei colleghi di altre regioni o dell’Autorità Nazionale, ma in qualita’ di garante dell’Infanzia del Lazio è mio dovere ricordare a chi deve prendere delle decisioni che, ovunque siano coinvolti soggetti particolarmente vulnerabili, questi necessitano di speciale attenzione. In queste settimane- continua il garante- mi sono confrontato piu’ volte con i Tutori volontari di minori stranieri non accompagnati, che sono pronti ad occuparsi dei minori sia sul piano della tutela giuridica che su quello dell’integrazione sociale”.

“Il mio appello- conclude- e’ che vengano fatte tutte le verifiche necessarie perche’ l’Italia possa adempire alle proprie leggi e agli accordi internazionali. Al di là di una situazione che oggettivamente non può oramai che vedere lo sbarco dei 177 migranti da giorni sulla nave della nostra Guarda Costiera Diciotti, auspico che il Viminale autorizzi lo sbarco per tutelare i diritti dei minori eventualmente presenti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»