Nyt: “Asia Argento molestò attore minorenne e pagò 380mila dollari di risarcimento”

La rivelazione arriva dal New York Times
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Chi è senza peccato scagli la prima pietra. Asia Argento, una delle prime donne ad accusare il produttore Harvey Weinstein di molestie sessuali, avrebbe lei  stessa riservato lo stesso trattamento a un giovane attore, all’epoca dei fatti minorenne. A puntare il dito contro l’attrice e regista è il New York Times, secondo cui Jimmy Bennet, all’epoca appena 17enne, avrebbe subito “un’aggressione sessuale” da parte dell’attrice. I due si erano conosciuti nel 2004 sul set di “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa”, film nel quale Bennet interpretava il figlio di Asia Argento: tra i due c’è una differenza d’età di 20 anni.

Ma non è tutto. Sempre secondo il Nyt l’attrice italiana, come risarcimento per l’aggressione avvenuta in una camera d’albergo in California anni prima, avrebbe versato al giovane 380mila dollari. A testimoniare il tutto i documenti degli avvocati di Argento e Bennet correlati da un selfie dei due del 2013 scattato tra le lenzuola.

Ti potrebbe interessare:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»