Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Presentata la nuova edizione del festival Capalbio Libri, 15 anni con ‘il piacere di leggere’

Il festival ospiterà dal 27 luglio al 3 agosto scrittori, giornalisti e relatori a Borgo Carige, in piazza della Repubblica. E arriva una novità dedicata ai più piccoli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Manca una settimana all’inizio del festival Capalbio Libri, che promette otto giorni, dal 27 luglio al 3 agosto, ricchi di incontri, autori, lettori, libri, spazi di dibattito e condivisione. Anche per questa stagione Capalbio Libri si terrà a Borgo Carige, in piazza della Repubblica, tutte le sere a partire dalle 19.30. Tranne il giorno di apertura in cui si inizierà alle ore 18 con una presentazione dedicata ai più piccoli. Si è tenuta questa mattina sul prato della Locanda rossa la conferenza stampa della presentazione della XV edizione del festival sul piacere di leggere, che da quindici anni anima l’estate del cuore della Maremma. Hanno partecipato alla presentazione Gianfranco Chelini, assessore Attività produttive e Turismo del Comune di Capalbio, Patrizia Puccini, assessore alle Politiche sociali e culturali, scuola e istruzione del Comune di Capalbio, Lucia Biagi della Fondazione Capalbio, Andrea Zagami, ideatore e direttore del Festival. Presenti anche il vicesindaco e assessore alle Politiche ambientali e Patrimonio, Giuseppe Ranieri, e l’assessore ai Lavori pubblici e pianificazione del territorio, Marzia Stefani.

GLI OSPITI E I RELATORI

Numerosi gli ospiti attesi e tanti i libri protagonisti di questo festival. Gli autori presenti sul palco di Capalbio Libri 2021 saranno Andrea Albertini, Edith Bruck, Teresa Ciabatti, Giacomo D’Onofrio, Mimma Gaspari Golino, Francesca Levi, Daniela Morelli, Roberto Napoletano, Giovanna Pancheri, Lorenza Pieri, Paola Pilati, Alessandro Sallusti, Luca Ricci, Gabriele Romagnoli e Michele Santoro. Confermati in questa edizione come relatori e ospiti, tra gli altri: Marco Alverà, ad di Snam, Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione, Vincenzo Boccia, presidente dell’Università Luiss Guido Carli, Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Angelo Cennamo, blogger (Telegraph Avenue), Furio Colombo, giornalista e scrittore, Piero Fassino, Nicoletta Picchio, curatrice della collana Bellissima – Luiss University Press.

NUOVE INIZIATIVE E UNO SGUARDO AI PIÙ PICCOLI

Ma Capalbio Libri 2021 offre anche delle novità, arricchendo la manifestazione con tre nuove iniziative: Capalbio Kids, una serie di appuntamenti interamente dedicati ai più piccoli; Capalbio Talks, un nuovo format per discutere e conoscere quello che ci appassiona e, dalla prossima stagione, Capalbio Salute, incontri dedicati alla salute, alla prevenzione e al benessere e un premio per la ricerca intitolato alla memoria di Isabella Mezza. “È un anno di transizione – ha detto l’ideatore e direttore del festival Andrea Zagami – stiamo preparando una vera e propria Capalbio Libri ‘revolution’. In questa edizione solo un assaggio dei nuovi format che stiamo mettendo a punto (Capalbio Kids, Capalbio Talks) e dall’anno prossimo Capalbio Salute. Sono in programma anche alcuni appuntamenti fuori dal festival che intendiamo proporre in agosto e settembre 2021. Abbiamo anche deciso di presidiare in modo più forte il web e di intercettare tutte le innovazioni che ci propone la rete. Vogliamo ampliare il nostro pubblico – ha concluso – e promuovere ‘il piacere di leggere’ oltre i confini fisici del Festival”.


Capalbio Libri, ha aggiunto Chelini, “è un appuntamento importantissimo che qualifica da tempo l’estate capalbiese. La ricchezza e la cura del programma, la qualità degli ospiti e delle produzioni letterarie e saggistiche presentate ogni anno è di prim’ordine e rende sempre più Capalbio Libri un festival di livello e attrattiva nazionale”. Patrizia Puccini ha poi spiegato che “anche per la 15esima edizione Capalbio Libri presenta un programma ricco di importanti nomi del panorama culturale italiano. È un appuntamento della rassegna culturale estiva atteso e partecipato sia per la ricchezza di contenuti che ogni anno offre che per le proposte interessanti ed eterogenee. Siamo orgogliosi di accogliere un così importante evento di promozione ai libri e alla lettura e con la qualifica di Capalbio ‘città che legge’ dobbiamo sempre, come amministrazione, porre attenzione e impegno verso tutte quelle iniziative e attività di promozione della lettura per tutte le fasce d’età come momento di crescita personale e collettiva. Questo nuovo format Capalbio Kids, che vede la luce quest’anno, sarà un’importante occasione di collaborazione con la scuola e con la biblioteca comunale”.


“Fondazione Capalbio in accordo con il Comune – ha detto Lucia Biagi – accoglie e sostiene Capalbio libri, la rassegna che da anni anima il cartellone estivo degli eventi a Capalbio rendendolo sempre più ricco ed importante. Nell’anno che Fondazione e Comune di Capalbio dedicano all’artista visionaria Niki de Saint Phalle che più di ogni altro ha portato il nome di Capalbio nel mondo – ha aggiunto – sono convinta che alimentare il piacere di leggere approfondendo, incuriosendo, ponendo domande o dando risposte su consolidate o nuove tematiche, significhi offrire cibo alla mente e all’anima per la realizzazione di se stessi e, perché no, come Niki, dei propri sogni”. Per questa quindicesima edizione il Festival può vantare la collaborazione di Surasti Puri, illustratrice e designer indiana e londinese di adozione, che ha realizzato un’immagine inedita ed evocativa per l’illustrazione della manifestazione: il dorso di un libro aperto, con il suo segnalibro, e il disegno di una Capalbio colorata, che trasmette vivacità e allegria, collegano in modo originale la location al concetto di lettura. L’ingresso agli incontri del festival è libero e non è necessario prenotarsi per partecipare. Saranno assicurate tutte le misure previste dalla legge per la prevenzione sanitaria.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»