Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nasce a Bari ‘Home for Good’, una casa per donne sole e fragili

Aperta h24 sarà inaugurata a Triggiano domani, giovedì 21 luglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Si chiama ‘Home for Good’ ed è un rifugio, un luogo protetto in cui potranno trovare accoglienza donne sole, senza dimora, vittime di discriminazione e con problemi socio-sanitari e in emergenza abitativa. Sarà inaugurata domani a Triggiano (Bari) la casa di comunità per vulnerabili finanziata dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari e gestita dall’associazione Ifa Italia Aps. La struttura si trova al secondo piano di un immobile di pregio nel centro cittadino e ora ospita quattro donne su una capienza massima di sei. È suddivisa in mini appartamenti, ognuno con affaccio autonomo sul balcone che circonda l’intero appartamento su tre lati. L’unità abitativa si estende su una superficie di circa 180 metri quadrati ed è dotata di una cucina e di un’ampia veranda, oltre che di un’area comune dove facilitare l’incontro e i momenti di condivisione.

‘Home for Good’ resta aperta h24: il modello organizzativo del servizio prevede il coinvolgimento delle utenti nella gestione quotidiana della struttura anche attraverso turnazioni delle attività comuni, in base a quanto previsto dal patto di convivenza e dal regolamento interno.
“Cresce l’offerta dei servizi promossi dall’assessorato al Welfare della città di Bari in favore dei cittadini e delle cittadine maggiormente vulnerabili, soli e in condizione di povertà estrema o disagio socio-economico e psicologico”, commenta l’assessora comunale al Welfare Francesca Bottalico -. “Negli ultimi cinque anni – prosegue – la rete dei servizi per il contrasto alle povertà è cresciuta in maniera esponenziale: dai servizi di prossimità alle attività domiciliari socio-educative e psicologiche, dagli spazi di ascolto e orientamento socio-sanitario fino all’accoglienza, passata da 54 posti, esclusivamente notturni, agli attuali 496 posti in condomini sociali, case di comunità che offrono stanze e bagni autonomi, spazi comuni e accompagnamento h24 e promuovono percorsi di autonomia e sostegno sociale, psicologico e socio-sanitario”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»