D’Amato: “Multe per chi non usa la mascherina, arriva l’ordinanza”

mascherine_gente_persone_passeggiata
L'assessore alla Sanità del Lazio ha puntato il dito contro "fenomeni preoccupanti", come i giovani "che girano senza mascherine e si assembrano in piazza" e contro i "casi di importazione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una ordinanza per multare chi non indossa la mascherina quando è in compagnia di altre persone. E’ la misura annunciata dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel corso di una intervista al quotidiano ‘la Repubblica’. “Ci lavoreremo nelle prossime ore, assieme ad altre misure”, spiega l’assessore, riferendosi anche a “una grande campagna di comunicazione pro-mascherina, soprattutto negli stabilimenti balneari e negli altri luoghi di villeggiatura. Poi ci sono i test rapidi”.

LEGGI ANCHE:Altri 17 casi di Coronavirus nel Lazio, D’Amato: “Mettete la mascherina o di nuovo tutto chiuso”

D’Amato nelle ultime ore ha puntato il dito contro “fenomeni preoccupanti”, come i giovani “che girano senza mascherine, si ritrovano e si assembrano in piazza” e contro i “casi di importazione. Non dobbiamo abbassare la guardia”. In particolare, “stiamo lavorando a un atto di concerto con il Governo. Abbiamo già avviato un confronto con il Comitato tecnico-scientifico per l’emergenza Covid-19 e con il ministro della Salute, Roberto Speranza. Se c’è bisogno di misure più stringenti a Roma, saranno necessarie in tutto il Paese. Abbiamo notato un calo diffuso e generalizzato della tensione”, ha aggiunto D’Amato.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, l’appello dell’Ordine dei medici di Roma: “Attenzione, persone troppo disinvolte”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»