hamburger menu

Latitante catturato in spiaggia, i carabinieri travestiti da bagnanti

Luigi Piscopo è stato arrestato mentre arrivava sulla spiaggia di Baia Azzurra a Sessa Aurunca in provincia di Caserta: era irreperibile dal 25 aprile

ROMA – I carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno localizzato e arrestato in località Baia Azzurra, a Sessa Aurunca (Caserta), il latitante Luigi Piscopo, 33enne di Arzano (Napoli), gravemente indiziato di far parte del gruppo camorristico arzanese cosiddetto della “167” e di aver partecipato a un’associazione finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

L’uomo è stato fermato nella giornata di domenica mentre si apprestava a raggiungere la spiaggia della nota località turistica. Ad attenderlo i militari dell’Arma che gli hanno impedito di raggiungere l’arenile.
Luigi Piscopo dal 25 aprile scorso non era più reperibile. Quel giorno si era sottratto a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in virtù della quale i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna avevano arrestato 27 persone, tra boss e gregari del gruppo criminale.

Dopo l’arresto di Alterio Gennaro, catturato dai militari di Castello di Cisterna il 21 maggio scorso a Vietri sul Mare (Salerno), Piscopo era rimasto l’ultimo a essersi sottratto alla misura cautelare: con il suo arresto tutti i 29 destinatari dell’ordinanza sono stati assicurati alla giustizia.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-20T09:29:34+02:00