Di Battista: “Conte è forte, meglio averlo in squadra”

'Ricandidarmi io? Credo di si' ma mancano ancora tre anni'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nel futuro del M5s Giuseppe Conte potrebbe essere una risorsa oppure no? “Assolutamente si'”. Ha risposto cosi’ Alessandro Di Battista durante ‘Accordi e Disaccordi’, il talk politico sul Nove andato in onda ieri sera. “Io ai sondaggi do sempre poco valore- osserva Di Battista- pero’ quando leggo che lo danno cosi’ forte penso sempre che sia meglio che giochi nella mia, nella nostra, squadra piuttosto che altrove. Non sono stupido. Non lo conosco bene, ci siamo visti poche volte, gli ho fatto i complimenti per la gestione del virus quando riceveva degli attacchi scomposti e per me si e’ comportato da uomo di Stato. Allo stesso tempo avanzo delle proposte oggi e dico che il grande lavoro dovra’ essere fatto adesso, perche’ io sono preoccupato per il Paese perche’ vedo che alcuni poteri stanno cercando il piu’ possibile di mantenere l’Italia per quello che e’ stato prima anche del Covid e portare avanti determinate ricette che sono sbagliate”. Alla domanda se pensa di ricandidarsi, l’attivista M5s ed ex deputato risponde: “Penso di si’, pero’ mancano tre anni. Per cui tra tre anni prendero’ le mie decisioni”.

LEGGI ANCHE: Di Battista: “Chiedo congresso M5s, se Conte è il leader si iscriva e partecipi”

Renzi ha “Italia Viva” e “Movimento Viva” per Alessandro Di Battista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»