Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lazio, dalla Regione la prima legge per la tutela dei Riders

"Lo spirito con il quale abbiamo lavorato alla legge e con il quale ci rivolgiamo al governo è quello della concertazione".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un salario a tempo e non più a cottimo, la tutela contro gli infortuni e la malattia, l’assicurazione obbligatoria. Sono i punti cardine della prima legge in Italia su rider e gig economy – approvata dalla Giunta della Regione Lazio – e presentata oggi dal governatore Nicola Zingaretti e dall’assessore al Lavoro, Claudio Di Berardino. Presto quindi, non appena arriverà l’approvazione definitiva del Consiglio, i lavoratori che oggi consegnano cibo a domicilio con le biciclette avranno diritti e tutele.

“Questa legge non si fonda sull’idea del lavoro subordinato- ha detto Zingaretti- Siamo contenti, invece, che la nostra idea sia stata presa seriamente a livello nazionale”. La Regione Lazio, inoltre, stanzierà 2 milioni di euro per il biennio 2019-2020 per forme di tutela integrativa in materia di previdenza e assistenza.

ZINGARETTI: LEGGE SU RIDER INVIATA A CONTE E DI MAIO

“Abbiamo inviato questa legge al premier Conte e al ministro Di Maio come contributo della seconda regione italiana. Lo spirito con il quale abbiamo lavorato alla legge e con il quale ci rivolgiamo al governo è quello della concertazione”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che oggi ha presentato la proposta di legge approvata dalla sua Giunta sui rider e la gig economy.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»