Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Milano, studenti ‘Sulle nostre bici’ per Falcone

Domenica pedalata fino al liceo Volta per la commemorazione ufficiale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Una biciclettata da viale Montello 3 ai giardini ‘Falcone e Borsellino’ di via Benedetto Marcello. È ‘Sulle nostre bici’, l’iniziativa per commemorare le vittime della strage di Capaci – di cui ricorre il 29esimo anniversario – organizzata dai gruppi giovanili dell’associazione Libera attivi nei licei milanesi ‘Beccaria’, ‘Berchet’, ‘Carducci’, ‘Leonardo’, ‘Manzoni’ e ‘Vittorini’.

La biciclettata partirà alle 15.30 di domenica 23 maggio, passerà per il centro e raggiungerà l’ultima tappa in tempo per la commemorazione ufficiale delle 16.45 a cui parteciperanno, insieme a familiari delle vittime innocenti di mafia, associazioni e studenti, anche alcune autorità cittadine: Lamberto Bertolè, presidente del consiglio comunale di Milano; Monica Forte, presidente della Commissione regionale Antimafia; Alessandra Tripodi, viceprefetta di Milano; Maurizio Romanelli, procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Milano.

Studenti e studentesse hanno individuato due luoghi che testimoniano la presenza della mafia e la lotta dell’antimafia civile nella città di Milano. Viale Montello, là dove ha vissuto per un periodo la testimone di giustizia Lea Garofalo con la figlia Denise Cosco, nello stabile ormai demolito che sin dagli anni ’90 è stato centro di comando del clan Cosco; ma anche là dove la società civile cura tutt’ora un giardino e un orto urbano a lei intitolati. Via Benedetto Marcello, di fronte al liceo ‘Volta’, dove cittadini e scuole milanesi, nel 1993, piantarono una magnolia per i giudici Falcone e Borsellino; giardini che sono diventati il punto di ritrovo delle commemorazioni ufficiali per le vittime delle due stragi del 1992, Capaci appunto e via d’Amelio, ma anche i giardini che sorgono affianco alla caserma dei pompieri da cui, nel 1993, partirono i mezzi di soccorso diretti al Padiglione d’Arte Contemporanea la notte dell’attentato mafioso di via Palestro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»