VIDEO | La cabina ‘Protego’ per sanificare persone e oggetti

Intervista a Carmen Santagati, Presidente di IPS4, startup italiana a forte componente femminile
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –Siamo tutti potenziali veicolo di infezione da Covid-19 pur senza avere nemmeno un sintomo. E’ questa la cosa che fa paura più di tutto. Tornare alla normalità è necessario ma il sentimento delle persone è contraddistinto dal timore di stare accanto agli altri, ai colleghi o amici di sempre e condividere con loro gli spazi comuni. Per questo che la Integrated Protection Systems 4 srl, start up italiana a forte componente femminile ha ideato e brevettato Protego, un dispositivo che promette di sanificare persone e oggetti. Per capire come nasce l’idea e come può essere usata in vari settori dalle strutture sanitarie, dalle Rsa al commercio al dettaglio fino agli stabilimenti balneari l’agenzia di stampa Dire ha intervistato Carmen Santagati, Presidente di IPS4.

– La cabina Protego promette una sanificazione a 360 gradi di persone e superfici. Come è nata l’idea e come funziona?

“Protego è un sistema prodotto e brevettato made in Italy grazie a Ips4 srl una start up innovativa e con forte prevalenza femminile. E’ nata allo scopo di abbattere quello che oggi è il limite più grande per la ripartenza e cioè la paura degli altri. La nostra idea è dare una risposta fattiva alla ripartenza del sistema economico e sociale in estrema sicurezza proprio per evitare il contagio da contatto. Protego è un portale interattivo che coniuga innovazione, sicurezza, intelligenza artificiale ed estetica. Abbiamo puntato molto anche sul design e sulla possibilità di personalizzare il sistema in base alla location all’interno della quale verrà installata. Il dispositivo dapprima rileva la temperatura corporea dell’individuo con screning digitale, grazie ad un termo scanner collocato fuori del dispositivo. Se la temperatura è sotto il limite individuato dall’Oms e cioè 37,5 gradi allora Protego apre le porte e consente l’accesso. Il soggetto una volta entrato è sottoposto a un trattamento igienizzante e sanificante di 10 secondi con liquido formulato dall’Università degli studi della Calabria che rispetta il ph della cute ed è in grado di abbattere la carica batterica e virale non solo dall’individuo ma anche dalle superfici”.

– C’è voglia di ripartire anche con lo shopping ma molte persone hanno paura di provare capi e calzature. Il vostro dispositivo potrebbe fare al caso?

“Sì Protego si adatta a qualsiasi ambiente ed ambito. In questo modo abbiamo voluto dare risposte concrete alle industrie, ai centri medici, alle scuole, ai condomini, alle case di cura ma anche e soprattutto al retail. Tutto ciò comprende quindi negozi, bar e ristoranti, centri estetici ma anche stabilimenti balneari. Le funzioni del dispositivo, abbinate ad un corretto uso dei dpi e al rispetto dei protocolli internazionali della sanificazione degli ambienti è in grado di abbattere quasi completamente la veicolazione dei virus tra gli individui. E’ sicuramente possibile tornare a vivere più sereni e in sicurezza. Il Covid-19 rappresenta uno spartiacque tra il modo di vivere presente e quello passato. Il nostro scopo è ritornare alla ‘normalità’. Vogliamo diffondere coraggio alla gente e disincentivare il timore di stare insieme alle altre persone mantenendo chiaramente le distanze di sicurezza. Due le parole chiave che ci stanno più a cuore sicurezza e semplicità”.

– Ci sono già cabine Protego in giro per l’Italia?

“Siamo in ultimazione del prototipo ed entro la settimana prossima contiamo di ultimare i lavori. Ma intanto abbiamo iniziato a raccogliere le prenotazioni anche dal nostro sito (www.ips4srl.com) dal quale per chi è interessato è possibile verificare le funzioni in dettaglio dei modelli Protego. In questo momento stiamo ricevendo richieste non solo dall’Italia ma anche dall’estero tanto che proprio questa mattina siamo stati contattati da una società cinese per avere l’esclusiva per il mercato asiatico. Abbiamo in essere anche la collaborazione industriale con la Roltek alla quale fa capo uno dei nostri soci Salvatore Mancuso e abbiamo anche una partneship con Federal Vigilanza che ha ideato il kit di sicurezza ‘help me’ che controlla il dispositivo da remoto e si interfaccia con la centrale operativa. Protego funziona in maniera autonoma ed è in grado di autodiagnosticare malfunzionamenti e dotato gps in caso di furto, deducibile e basta inserire la presa di corrente per poter funzionare”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

20 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»