VIDEO | Coronavirus, Conte: “No a party e movida, occhio che la curva risale”

In uno scambio di battute con una cittadina fuori dal Senato, il presidente del Consiglio ribadisce le regole da seguire
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  “Non e’ ancora il tempo dei party e delle movide“. Cosi’ il premier Giuseppe Conte, conversando all’uscita dal Senato con una signora che lo ha ringraziato calorosamente.

Lei e’ il figlio che ogni donna italiana vorrebbe avere. Grazie per quello che sta facendo”, gli dice la signora.  E il premier: “Grazie a tutti gli italiani per quello che stanno facendo. Ma non e’ finita. Chiariamolo: non e’ ancora il tempo dei party, delle movide… Io ho fatto saltare le autocertificazioni, che valevano perche’ strettamente necessarie. Ora che c’e’ la curva sotto controllo saltano le autocertificazioni. Ma nessuno pensi che siano saltate tutte le regole di precauzione. Se no la curva risale. Non e’ ancora il tempo dei party e degli assembramenti”.

CONTE: “GLI ITALIANI VANNO RINGRAZIATI”

“Lei e’ il figlio che ogni mamma italiana vorrebbe avere. Lei ha avuto la diplomazia, la finezza di un professionista che ha saputo tenere a bada tutta questa gente…”, dice la signora che avvicina il premier Giuseppe Conte, davanti al portone centrale di Palazzo Madama.
Il premier la interrompe: “No, no: io non ho tenuto a bada. Tutti abbiamo avuto un grande senso di responsabilita’. Ognuno ha fatto il suo. Ma non e’ finita”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

20 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»