Governo, Delrio: “Se fossero seri avrebbero già aperto la crisi, il Pd è l’unica alternativa”

"L’Italia non può essere ostaggio di un governo rissoso, che ha devastato l’economia, che non ha un progetto per il futuro se non imponendo nuovi sacrifici al Paese"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Per Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Conte non è figura garante. Il presidente del Consiglio gli risponde parlando di accusa gravissima. Nel frattempo Salvini e Di Maio continuano a scambiarsi insulti e sospetti. Sempre Giorgetti ammette che il governo è paralizzato dalla campagna elettorale. Se fossero persone serie dovrebbero prendere atto delle loro stesse affermazioni e aprire la crisi. Invece parlano di durare ancora quattro anni”. Lo ha dichiarato il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio.

“L’Italia- aggiunge Delrio- non può essere ostaggio di un governo rissoso, che ha devastato l’economia, che non ha un progetto per il futuro se non imponendo nuovi sacrifici al Paese come confermato oggi dal ministro Tria. Il Pd è l’unica alternativa a questa alleanza di potere. Chiediamo che si discuta subito del nostro Piano per l’Italia in cui si punta sugli investimenti in educazione e università, sull’ aumento dei salari ai dipendenti e sullo sviluppo sostenibile”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»