Calcio. Renzi disgustato, annuncia riforma dopo le Regionali

[caption id="attachment_7494" align="alignleft" width="300"] M. Renzi[/caption] ROMA - "Io sono
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
M. Renzi
M. Renzi

ROMA – “Io sono disgustato. Il calcio e’ anche un valore per il Paese all’estero. E’ anche proiezione internazionale. Per me e’ arrivato il momento di cambiare totalmente passo. Mi piacerebbe fare questa cosa insieme a tutte le forze politiche. Una volta passate le elezioni regionali chiedero’ a tutte le forze parlamentari di mettersi intorno a un tavolo”. Cosi’ Matteo Renzi a Rtl 102.5.

Alcuni personaggi del mondo del calcio devono ricevere uno stop. Non e’ immaginabile che ci siano strane relazioni tra squadre di A, di B, di Lega Pro. Io propongo un grande patto sul calcio che si basa su questi principi: il calcio e’ delle famiglie e non delle societa’ che gestiscono i diritti televisivi. Il calcio e’ delle famiglie e non di qualche presidente che ha le mani in pasta in tutte le serie”, aggiunge Renzi.

Il premier conclude: “Ora basta che personaggi di discutibile approccio governino il calcio a tutti i livelli. Restituiamo il calcio alle famiglie e togliamolo ai professionisti della polemica“.

“Non e’ possibile andare avanti cosi’: all’estero ci prendono in giro, qui e’ tutto un magna magna“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»