Superlega, parla il legale di Maradona: “Diego mi anticipò tutto, era inferocito”

maradona
"Lo sport più amato del mondo viene sequestrato e violentato per vergognose e discriminatorie speculazioni economiche"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Ricordo quando Maradona mi anticipò tutto quello che oggi sta accadendo, era inferocito per come stavano sfruttando il pallone, lo aveva dichiarato pubblicamente attaccando tutti i poteri forti, anche quelli che oggi sembrano vittime di speculazioni ma che invece tramite strategie e accordi faranno digerire a tutti nuove piattaforme del calcio controllate da regie occulte. Oggi assistiamo al caos ma ancora non si è visto nulla di quello che è il progetto e il disegno dei poteri finanziari per fare e disfare, incassare e spendere, organizzare e aggiustare bilanci, non far fallire e sistemare interessi economici”. Lo scrive in una nota Angelo Pisani, legale storico di Diego Armando Maradona.

LEGGI ANCHE: Superlega, i club ‘secessionisti’: “Noi in campo fra 5 mesi, calcio sport non redditizio”

“I 12 club più ricchi di debiti d’Europa- continua- hanno tolto la maschera e deciso di creare la nuova competizione non per esaltare i valori dello sport ma per discriminazione economica, per soldi che riceverebbero subito dai sistemi finanziari e per gestire in house introiti e potere, per far sì che d’ora in poi una sconfitta sportiva non sia più anche una perdita economica. È chiaro che il killer del calcio è il sistema finanziario economico che si cela dietro la Superlega, comprando i titoli delle squadre più gettonate, uno scontro tra poteri forti che produrrà ancora tante delusioni e vittime innocenti”.

Per Pisani “è in corso una ‘finta’ prova di forza per poi arrivare ad uno scambio e far digerire un accordo che seppellirà per sempre il vecchio e amato calcio della domenica allo stadio”. L’avvocato attacca: “oggi, con la presentazione del business Superlega e l’arroganza dei super debiti di società quotate in borsa, arriva la conferma ufficiale ed internazionale che lo sport più amato del mondo viene sequestrato e violentato per vergognose e discriminatorie speculazioni economiche“.

“Presenteremo un esposto- conclude Pisani- per smascherare strategie e disegni speculativi augurandoci che qualche organo di controllo preposto intervenga e controlli per salvare il salvabile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»