Coronavirus, Azzolina: “L’anno scolastico è salvo in ogni caso”

"Sulla maturita' stiamo pensando a varie soluzioni, il Ministero si sta preparando a tutte le eventualita'", aggiunge la ministra dell'Istruzione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “L‘anno sara’ salvo in qualsiasi caso. I nostri studenti non devono pagare la situazione di emergenza che il nostro Paese sta vivendo. Gli scenari li stiamo valutando tutti, ma saranno le autorita’ sanitarie a dirci esattamente quando i nostri studenti potranno tronare a scuola in sicurezza”. Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina intervenendo alla trasmissione Radio Anch’io su Radio 1.

MATURITÀ IN LINEA CON APPRENDIMENTO STUDENTI

“Sulla maturita’ stiamo pensando a varie soluzioni, il Ministero si sta preparando a tutte le eventualita’. Non posso ancora dire come sara’ l’esame di Stato perche’ bisognera’ vedere gli scenari delle prossime settimane. Non abbiamo ancora parlato di commissioni interne o esterne. Non mi piace la parola esame semplificato, gli studenti vogliono un esame serio, in linea con quello che stanno apprendendo”.

A BREVE DECRETO RISORSE DIDATTICA DISTANZA

“So che ci sono delle difficolta’ sulla didattica a distanza ma passo dopo passo la situazione sta migliorando. Mi sono adoperata molto affinche’ nel DL Cura Italia ci fossero 85 milioni di euro per la didattica a distanza. Li investiremo sulla base dei dati che ci arrivano anche dal monitoraggio che stiamo facendo e che ci dira’ dove sono le scuole e gli studenti piu’ in difficolta’. Tra pochissimo giorni sara’ pronto il decreto in cui verra’ indicato come queste risorse verranno ripartite”. 

DIDATTICA A DISTANZA VARIEGATA, PUÒ MIGLIORARE

 “Sulla didattica a distanza sicuramente la situazione e’ variegata, con realta’ in cui funziona bene e altre in cui meno. C’e’ un grande sforzo da parte dei docenti. So che alcuni sono in difficolta’, ma la situazione potra’ migliorare. Non abbiamo alternative, non devono essere gli studenti a pagare questa crisi. E ricordo che didattica a distanza non e’ solo apprendimento ma anche rassicurazione per gli studenti”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

20 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»