Coronavirus, Fontana sente Conte: “Esercito e fermo cantieri”

Nelle prossime ore la decisione del governo alle richieste del presidente della Regione Lombardia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO –  “Massiccio utilizzo dell’Esercito come presidio, insieme alle Forze dell’ordine, per garantire il ferreo rispetto delle regole vigenti, partendo dalle ‘corsette’ e dalle passeggiate in liberta’. Chiusura degli studi professionali e degli uffici pubblici, salvo per le attivita’ indifferibili. Fermo dei cantieri. E, ancora, un’ulteriore limitazione delle attivita’ commerciali”. Sono le richieste di cui il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha discusso, ieri sera, con il premier Giuseppe Conte durante una telefonata che lo stesso governatore definisce “cordiale e costruttiva”. 

LEGGI ANCHE: Quanto durerà l’epidemia di Coronavirus? “Al Nord ancora 4 settimane”

“Un colloquio- ha spiegato ancora Fontana- nel quale ho ancora una volta rappresentato al presidente del Consiglio la situazione sempre piu’ grave che sta vivendo la Lombardia“. “Ci aggiorneremo- ha concluso il governatore- nelle prossime ore per capire se e in quale direzione il Governo vorra’ muoversi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»