‘Parliamone sabato’, la Rai si scusa per il servizio sessista sulle donne dell’Est

"Gli errori vanno riconosciuti sempre , senza se e senza ma", twitta il direttore di Rai Uno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  –  Le scuse della Rai arrivano con un tweet del direttore di Rai Uno Andrea Fabiano: “Gli errori vanno riconosciuti sempre, senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto avete visto e sentito #ParliamoneSabato”.

Gli errori vanno riconosciuti sempre , senza se e senza ma. Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito a #ParliamoneSabato

Che cosa era successo? Durante la trasmissione ‘La vita in diretta’ era andato in onda un servizio intitolato “La minaccia arriva dall’est. Gli uomini preferiscono le straniere“, con l’eloquente sottotitolo: “Sono rubamariti o mogli perfette?”. Un servizio sessista, offensivo, retrogrado, che ha scatenato la rivolta sui social. Il momento che ha suscitato maggiore sgomento è quello in cui è stata mostrata la grafica in cui venivano mostrato sei punti secondo cui le donne dell’Est sarebbero mogli migliori. Ecco quali sono: 1) Sono tutte mamme, ma dopo aver partorito recuperano un fisico marmoreo. 2) Sono sempre sexy, niente tute né pigiamoni. 3) Perdonano il tradimento. 4) Sono disposte a far comandare il loro uomo. 5) Sono casalinghe perfette e fin da piccole imparano i lavori di casa. 6) Non frignano, non si appiccicano e non mettono il broncio.

In centinaia hanno scritto con indignazione alla Rai. “E’ aberrante”, “Ecco perché il femminismo non smetterà mai di essere un’urgenza”, “E’ uno scherzo, vero?” , sono solo alcuni dei commenti.

Oggi, le scuse.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»