Roma. Raggi: “Giachetti incalza nei sondaggi? Io tra la gente”

"L'appoggio dei cittadini che riceviamo per strada per noi vale più di mille sondaggi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Virginia Raggi (1)

ROMA –  I sondaggi su Roma danno Giachetti che incalza i 5 stelle, ma Virginia Raggi, la loro candidata alla poltrona di sindaco di Roma, non dà molto peso: “L’appoggio dei cittadini che riceviamo per strada per noi vale più di mille sondaggi”, dice intervistata da Maria Latella su SkyTg24.

La questione legalità è il cavallo di battaglia dei 5 Stelle e Virginia Raggi da lì vuole partire per Roma: “Dobbiamo ricominciare a fare le gare pubbliche e portare trasparenza nella gestione dei soldi pubblici. Sia mafia capitale che l’illegalità sugli appalti hanno prosperato nelle amministrazioni percedenti e il M5S non c’è mai stato, c’erano il Pd e il centrodestra. Che vengano a fare la morale sulla corruzione quando l’hanno fatta loro, fa sorridere se non inorridire“.

Con questi obiettivi nella testa la Raggi incontra domani il presidente dell’Anac Raffale Cantone: “Ci confronteremo e troveremo insieme alcuni spazi per agire. Sarà interessante avviare un dialogo su questo”. E la sua giunta, se vincerà le elezioni dovrà mettersi in sintonia con questo programma. Saranno tecnici? “Ci circonderemo di persone competenti che hanno una visione di Roma che coincide con quella del M5s, una città efficiente, con trasporti pubblici efficienti”, sottolinea Raggi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»