Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La villa dei Misteri di Pompei ha riaperto al pubblico

La villa dei Misteri di Pompei,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

villa dei misteri pompeiLa villa dei Misteri di Pompei, uno dei capolavori dell’area archeologica, caratterizzato alle sue maestose stanze interne affrescate con disegni ispirati al culto di Bacco e colorati di rosso, ha riaperto oggi al pubblico dopo una pausa di circa due anni e mezzo.

“In occasione della restituzione ai visitatori italiani e stranieri della villa dei Misteri registro con soddisfazione e orgoglio che ci sono miglioramenti molto importanti nello stato di conservazione dell’intero sito archeologico di Pompei e nella sua gestione- ha spiegato oggi il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini. in occasione del taglio del nastro – Nell’ultimo anno, grazie al forte impegno della Soprintendenza e della direzione del Grande progetto, l’Italia ha compiuto sforzi considerevoli”.

“Come recentemente riconosciuto dall’Unseco- ha proseguito il ministro- i risultati sono ‘tangibili e significativi’ dal momento che sono state eseguite sostanziali opere di restauro, principalmente nel contesto del Grande progetto Pompei ma anche nell’ambito del programma di manutenzione ordinaria. Tutto questo è stato possibile grazie a un lavoro intenso, scrupoloso e metodico. Ci aspettiamo ancora grandi frutti dall’opera appassionata e capace di chi è quotidianamente al lavoro sul pieno recupero degli scavi, ma il bilancio di quest’anno è positivo: c’è stato un vero e proprio cambio di passo e questo ci fa guardare con ottimismo alla rinascita di Pompei”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»