Roma. Nascosti sotto il letto, sanzionati 28 spagnoli per festa privata

Alcuni dei presenti, in palese stato di ubriachezza, sono stati trovati nascosti sotto alcune coperte, altri chiusi a chiave nelle varie stanze, dentro gli armadi e sotto il letto.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Intorno alle ore 00.10 di stanotte, gli agenti della sezione Volanti e del commissariato Esquilino, a seguito di segnalazione di una festa in corso, si sono recati in via Sannio, per verificare quanto stesse accadendo. Una volta sul posto, gli agenti hanno notato, dalle finestre dell’appartamento segnalato, il movimento di numerose persone che, accortisi della presenza della Polizia, hanno iniziato a defilarsi spegnendo le luci.

Malgrado i numerosi tentativi di farsi aprire la porta, le persone all’interno non hanno risposto ai poliziotti. Accertato che l’appartamento e’ adibito a casa vacanza, sul posto, e’ stato invitato sia il proprietario che il responsabile dell’agenzia di locazioni. Entrambi, hanno tentato di contattare telefonicamente gli affittuari che, in un primo momento, rispondendo alla chiamata riferivano di non essere in casa e poi spengevano i telefoni.

Onde accertare cosa stesse accadendo all’interno dell’abitazione, i poliziotti, hanno chiesto al proprietario di casa di aprire la porta e, una volta all’interno, hanno notato sia il forte odore di alcol che le numerose bottiglie di superalcolici in terra. Alcuni dei presenti, in palese stato di ubriachezza, sono stati trovati nascosti sotto alcune coperte, altri chiusi a chiave nelle varie stanze, dentro gli armadi e sotto il letto. Al termine degli accertamenti, con l’ausilio di altre pattuglie, sono state identificate 28 persone, 4 di queste affittuarie dell’appartamento, tutte di nazionalita’ spagnola nei cui confronti e’ stata elevata la prevista sanzione amministrativa. Durante il controllo del territorio sono state elevate altre 15 sanzioni amministrative relative al contrasto del fenomeno del Covid-19.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»