Tg Lazio, edizione del 20 febbraio 2020

OMICIDIO CERCIELLO, DIFESE AMERICANI IMPUTATI: ERRORI IN TRADUZIONI

Presunti errori nelle traduzioni delle intercettazioni che potrebbero incidere sul procedimento. A meno di una settimana dall’inizio del processo per l’omicidio del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, le difese dei due ventenni americani imputati lasciano intuire la strategia difensiva. Dopo aver riascoltato i nastri, gli avvocati di Finnegan Lee Elder hanno scoperto che alcuni passaggi riportati erano diversi da come scritto dagli inquirenti. Secondo gli avvocati Elder non sapeva che Cerciello e Andrea Varriale, il secondo agente di pattuglia, fossero carabinieri.

IL 24 SCIOPERO TRASPORTI A ROMA: A RISCHIO BUS, METRO E FERROVIE 

A Roma lunedì 24 febbraio trasporto pubblico romano a rischio per lo sciopero di 24 ore proclamato dal sindacato Fast Slm. L’agitazione interesserà la rete Atac: bus, tram, metropolitane, ferrovie Termini-Centocelle, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Roma-Lido. Il servizio sarà comunque regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Sempre lunedì uno sciopero di 24 ore, indetto dal sindacato Usb, interesserà le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl. Anche in questo caso il servizio sarà regolare fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

DA REGIONE LAZIO 2 MLN PER SOSTENERE LE NUOVE GENERAZIONI

Sostenere le nuove generazioni per dare maggiori opportunità, servizi e spazi ai ragazzi, rendendoli così protagonisti dello sviluppo economico, culturale e sociale del Lazio. È l’obiettivo del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha presentato oggi un pacchetto di iniziative finanziate con 2 milioni di euro di nuovi investimenti. Tra le novità il bando ‘Vitamina G’ riservato ai progetti realizzati dagli under 35 e il potenziamento di ‘LAZIOSound’ a sostegno degli artisti emergenti. “Il messaggio che voglio darvi è semplice: la Regione scommette su di voi- ha detto Zingaretti parlando ai giovani- Credo sarà la più importante sperimentazione italiana, qualcosa che non si è mai visto”.

DOPO 200 ANNI AUTORITRATTO REMBRANDT TORNA A GALLERIA CORSINI

La spada nel petto, le lettere tra le mani, il turbante avvolto sul capo da lunghe e dense pennellate di colore sovrapposte. Dopo duecento anni è un ritorno a casa quello dell’Autoritratto come San Paolo, il capolavoro di Rembrandt che la Galleria Corsini espone da domani al 15 giugno, insieme ai documenti originali che ricostruiscono la storia che nel 1799 portò via il quadro alla famiglia Corsini. La mostra è un’occasione unica non solo per ammirare l’opera nel suo contesto romano, ma anche per conoscere da vicino un maestro “poco documentato” in Italia. Un quadro realizzato nel 1661 che nel Settecento era di proprietà dei Corsini, acquistato proprio dal cardinal Neri Maria che in mostra è presente con un altro grande ritratto.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

20 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»