D’Alema e le Sardine: “Vanno benissimo, ma non sono la soluzione”

"Fino a che non avremo le sardine operaie non avremmo risolto perché questa parte del paese ora non si mobilita"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le sardine vanno benissimo ma non sono la soluzione del problema”. Lo sottolinea Massimo D’Alema durante il colloquio con Maurizio Landini.

Il presidente della fondazione Italianieuropei spiega che il movimento di piazza “è una mobilitazione dell’elettorato di sinistra che era demotivato e ora si mobilita, va benissimo- aggiunge- ma non sono le sardine operaie. Fino a che non avremo le sardine operaie non avremmo risolto perché questa parte del paese ora non si mobilita”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Sardine, Santori: “Evento a Napoli interrotto a causa di strumentalizzazioni”

Sulle tensioni di questi giorni nella maggioranza, D’Alema dice che “se il governo vuole uscire dalla situazione melmosa di cui si trova deve cogliere l’opportunità grande che gli dà il sindacato, per darsi una prospettiva”.

Per il presidente della fondazione italianieuropei “la stagione delle nomine potrebbe essere una grande occasione perché si capisca quale è la mission che si chiede a queste persone, che rappresenteranno un pezzo importante dell’economia del paese”.

A chi poi gli chiede se lui possa essere coinvolto in prima persona nella partita delle nomine taglia corto: “No”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»