A Firenze la panchina rossa rubata viene restituita, i ladri: “Scusate”

"Non eravamo a conoscenza del significato così importante"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “Scusate per l’accaduto, non eravamo a conoscenza del significato così importante. Sappiamo che averla riportata indietro non basterà a scusare il gesto indignitoso che abbiamo fatto”. E’ scritto così nel foglio attaccato sulla panchina rossa riportata questa notte nel giardino di via Allori. Un furto denunciato ieri dal Comune, ma soprattutto uno sfregio ad uno dei simboli collocati nel 2018 in cinque giardini di Firenze: la lotta alla violenza sulle donne. Un simbolo evidentemente molto più importante del furto, come spiegato nel biglietto di scuse.
Un lieto fine, su cui si sofferma l’assessore al Decoro urbano Alessia Bettini: “Grande gioia dopo lo sdegno di ieri. Denunciare e indignarsi per le cose che non vanno serve sempre, perché cambiare si può”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»