Dai produttori toscani di latte arriva l’offerta per Mukki

Anche "Cooperlatte", "Granducato" e "Atpz", le tre cooperative di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

mukki centrale latteAnche “Cooperlatte”, “Granducato” e “Atpz”, le tre cooperative di raccolta, trasporto e commercializzazione del latte prodotto nelle stalle toscane a cui fa riferimento la Mukki, hanno inviato una proposta comune alla Centrale del latte di Firenze per “l’individuazione di una o più ipotesi di rafforzamento aziendale e di evoluzione possibile del capitale sociale, tutelando il sito produttivo, i livelli occupazionali, la filiera agroalimentare toscana e la salvaguardia del territorio rurale”. Inoltre, “quanto contenuto nel patto di filiera in prossima scadenza potrebbe essere confermato o rivisto, anche allargandolo a altri soggetti”.
Il documento, viene spiegato alla ‘Dire’, è “la dichiarazione di pressoché tutto il mondo della produzione in Toscana”, in pratica “tutti i titolari di contratto di somministrazione con la Mukki”.

Ma quello che, secondo l’avviso dei dipendenti, “rafforza ulteriormente la nostra proposta di presenza attiva, è costituito dalle ulteriori affermazioni contenute nella citata delibera regionale, che, invitano ad adoperarsi ‘affinché ogni ipotesi di vendita venga caratterizzata dalla contestuale e irrinunciabile presenza dei necessari elementi di tutela, rappresentati dalle massime garanzie occupazionali, dalla salvaguardia e valorizzazione della filiera locale e dal coinvolgimento, nell’assetto societario del mondo della produzione, dei consumatori e degli Istituti di credito locali, anche tramite l’istituto della public company”.

Per questo, continuano, “non può essere disconosciuto l’apporto fondamentale dei lavoratori, del loro attaccamento all’azienda e della professionalità acquisita in tutti questi anni, elemento fondamentale per continuare nel proporre ai consumatori un prodotto del loro territorio, sicuro, vicino, controllabile e di alta qualità”.

Subito dopo l’offerta in questione si è fatta sotto anche Nuova Castelli. L’azienda- che una decina di giorni fa ha acquisito il 100% del capitale di Alival e che punta a diventare il marchio leader nella produzione e nella distribuzione di formaggi Dop e Stg sottolinea che il progetto presentato per la Centrale del latte di Firenze “mette al centro della proposta lo sviluppo di Mukki, prevedendo un adeguato percorso di crescita, la salvaguardia dell’occupazione e la tutela della filiera produttiva, con particolare riferimento agli allevamenti del Mugello”.

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»