Al via la riqualificazione del porto dell’isola del Giglio

I lavori previsti, tra Punta Gabbianara e Punta dello Smeraldo, interessano la scarpata esterna della diga foranea di sopraflutto e il consolidamento della diga di sottoflutto.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

giglio portoSi e’ concluso con parere favorevole il procedimento di valutazione di impatto ambientale (Via) di competenza regionale sul progetto di consolidamento e riqualificazione del porto dell’Isola del Giglio. Il progetto punta a riqualificare gli spazi e i servizi, affinche’ rispondano a standard di efficienza e sicurezza più elevati, tali da rendere il porto piu’ moderno e funzionale, anche rispetto alle esigenze dell’attuale diportistica.

I lavori previsti, tra Punta Gabbianara e Punta dello Smeraldo, interessano la scarpata esterna della diga foranea di sopraflutto, il consolidamento della diga di sottoflutto, la modifica del muro paraonde e la creazione di un piazzale prospiciente i locali dell’Ufficio locale marittimo.

L’ente proponente e’ il provveditorato interregionale per le opere pubbliche Toscana-Umbria, ufficio opere marittime Livorno, che per la realizzazione del progetto dovra’ rispettare le prescrizioni formulate nel corso del procedimento. Parere favorevole al progetto e’ stato espresso anche dal Comune dell’Isola del Giglio, dalla Provincia di Grosseto e dagli altri soggetti coinvolti (Soprintendenza per i Beni archeologici della Toscana, Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, Acquedotto del Fiora spa, Consorzio di bonifica Toscana sud).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»