hamburger menu

Forte scossa di terremoto in Calabria: epicentro al largo delle coste occidentali

La profondità a cui è avvenuto il sia è di dieci chilometri

terremoto calabria

ROMA – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 della scala Richter ha interessato le province calabresi di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Secondo l’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia (Ingv), l’epicentro è localizzato in mare, a una profondità di 10 chilometri, al largo delle coste occidentali.

OCCHIUTO: “SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO

“Dopo la forte scossa di questa mattina, il dipartimento regionale della Protezione Civile, guidato da Fortunato Varone, si è subito attivato per una rapida ricognizione presso i Comuni più vicini all’epicentro. Gli uffici della Regione stanno contattando tutti i sindaci e le autorità locali, e al momento fortunatamente non si registrano danni a persone o cose. La situazione è sotto controllo. Il terremoto ha ovviamente allarmato i cittadini, e giustamente tante scuole e tanti uffici sono stati evacuati, in attesa delle opportune verifiche che verranno accuratamente effettuate nelle prossime ore”. Così il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto che aggiunge: “Ringrazio tutta la macchina organizzativa regionale, la Protezione civile, le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, i volontari, e tutti coloro che in queste ore stanno lavorando per garantire serenità e sicurezza ai calabresi”.

TRENI REGOLARI SU TUTTE LE TRATTE IN CALABRIA

È tornata regolare la circolazione ferroviaria in Calabria, dopo l’evento sismico di questa mattina al largo della costa fra Vibo Valentia e Lamezia Terme. Ferrovie dello Stato informa che dopo la Tirrenica, sono state riattivate anche la tratta Lamezia Terme-Catanzaro Lido alle 14:45, e la linea Tropea alle 16. I tecnici di Rete ferroviaria italiana (gruppo FS Italiane) non hanno riscontrato alcun danno all’infrastruttura dopo la ricognizione della linea a bordo dei carrelli ferroviari partiti dalla stazione di Lamezia Terme. I treni coinvolti nel corso dell’interruzione sono stati: 6 Frecce e 4 Intercity limitati nella percorrenza, 16 regionali, sostituiti nell’immediatezza con un servizio sostitutivo di bus.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-20T17:56:02+02:00