hamburger menu

Csm, Pietro Curzio riconfermato Primo Presidente della Corte di Cassazione

Il Plenum del Csm, presieduto dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha confermato Margherita Cassano presidente aggiunto della Corte di Cassazione

pietro curzio

ROMA – Il Plenum del Csm ha approvato la riconferma di Pietro Curzio Primo Presidente della Corte di Cassazione. L’esito della votazione è stato comunicato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La delibera è stata approvata con 19 voti a favore, 3 contrari e 3 astenuti.

Il Plenum del Csm, presieduto dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha confermato Margherita Cassano presidente aggiunto della Corte di Cassazione. La delibera è stata approvata a larga maggioranza. L’esito è stato lo stesso del voto sul primo presidente Pietro Curzio: 19 a favore, 3 contro (Ardita, Cavanna e Di Matteo ) e 3 astenuti (Ciambellini, Grillo e Celentano).

MATTARELLA SI CONGEDA DAL CSM: “AVRETE UN NUOVO CAPO STATO”

“Questa occasione imprevista mi offre la possibilità di ripetere, a distanza di pochi giorni, al Consiglio e a ciascuno dei suoi componenti, gli auguri più intensi per l’attività che il Consiglio svolgerà nei prossimi mesi con la presidenza di un nuovo capo dello Stato. Grazie e auguri, la seduta è tolta”, ha dichiarato Mattarella, congedandosi dal Csm dopo che il plenum ha confermato Pietro Curzio e Margherita Cassano negli incarichi di primo presidente e presidente aggiunto della Corte di Cassazione, alla vigilia della cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario a cui domani alle 11 anche lui parteciperà prima della scadenza del mandato.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-20T16:06:35+02:00