hamburger menu

Foggia, distrutta dalle fiamme l’auto dell’assessore dem Monte Sant’Angelo

L'auto era parcheggiata non lontano dall'abitaizione del dem Rignanese, che è assessore al Bilancio del Comune di Monte Sant'Angelo

BARI – L’auto dell’assessore al Bilancio del Comune di Monte Sant’Angelo (Foggia), Generoso Rignanese, è stata distrutta dalle fiamme, la scorsa notte, mentre era parcheggiata non lontano dall’abitazione dell’esponente politico di centrosinistra. Saranno le indagini delle forze dell’ordine, che acquisiranno le immagini registrate dai circuiti di videosorveglianza della zona, a stabilire la natura e l’origine delle fiamme che hanno completamente danneggiato l’auto.

Tra i primi a esprimere solidarietà è Michele Bisceglia, sindaco di Mattinata: “No, non va bene. Non va bene per niente – scrive in un post pubblicato sui social – Quali garanzie abbiamo noi amministratori locali? In trincea dalla mattina alla sera senza alcuna tutela, anzi. E questo ennesimo atto criminale a scapito del caro amico Generoso Rignanese ne è la riprova”.

“Noi che crediamo nello Stato, noi che ogni giorno cerchiamo, con tanta umiltà, di onorare il ruolo istituzionale che rivestiamo diciamo basta a questo scempio – aggiunge – Noi che crediamo nello Stato chiediamo che lo Stato ci sia vicino davvero”. “Generoso, amico mio – conclude il primo cittadino -, ti giunga la vicinanza e la solidarietà dell’intera comunità di Mattinata”.

EMILIANO: “PAZIENZA FINITA, STATO DEVE BATTERE UN COLPO DURO

“La nostra pazienza ha raggiunto il limite. Non si può accettare che nessuno riesca a fermare l’escalation criminale in provincia di Foggia e che persino giovani e onesti amministratori locali come Generoso Rignanese siano vigliaccamente colpiti per ostacolare l’esercizio dei loro doveri. Foggia non può essere un luogo a parte della Repubblica Italiana. Confido nello Stato da sempre, ma lo Stato deve battere un colpo duro e decisivo contro chi avvelena la nostra terra”. Lo dichiara il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano commentando l’accaduto.

“Stiamo aspettando che succeda ancora qualcosa di irreparabile?”, si chiede Emiliano. “Dopo le minacce gravissime al sindaco Pierpaolo D’Arienzo, adesso si colpisce il suo gruppo di lavoro per piegarlo alle volontà criminali della mafia garganica. La città di San Michele, protettore della Polizia di Stato, ha bisogno di noi, della nostra solidarietà certo, ma – conclude – anche della spada della giustizia umana che deve essere rafforzata immediatamente”.

IL SINDACO DI MONTE SANT’ANGELO: “SIAMO STANCHI

“Siamo stanchi e rammaricati. È ora che lo Stato faccia la sua parte in questi angoli di mondo dove noi amministratori continuiamo a vivere in trincea e ad essere bersagli, dove le nostre famiglie vivono la perenne preoccupazione per una situazione che è divenuta insopportabile”. È quanto scrive sulla sua pagina Facebook, Pierpaolo D’Arienzo sindaco di Monte Sant’Angelo (Foggia) commentano l’atto intimidatorio subito dall’assessore al Bilancio, Generoso Rignanese.

Il primo cittadino elenca gli attentati che si sono susseguiti dal marzo del 2019 quando fu ritrovato un sacchetto contenente un teschio umano e minacce di morte al sindaco. “Due auto bruciate, proiettili e benzina, teschi umani nelle buste, porte del Comune bruciate, gomme dell’auto squarciate. In questi anni lo Stato a Monte Sant’Angelo è stato bersagliato dalla prepotenza di vigliacchi che usano la violenza come unico linguaggio – aggiunge – continueremo a lavorare per affermare i sacri principi della legalità, ad andare nelle scuole, a fare incontri su questo tema per seminare i germogli buoni”.

LISTA CAMBIAMONTE: “ATTO GRAVE E IGNOBILE. NON CI FERMEREMO

“Un atto grave e ignobile”. Così viene definito l’incendio che la scorsa notte ha distrutto l’auto dell’assessore comunale al Bilancio ed esponente Pd di Monte Sant’Angelo (Foggia) Generoso Rignanese, in un post pubblicato sulla pagina Facebook di “CambiaMonte” la lista a sostegno del sindaco Pierpolo D’Arienzo.
“Siamo fortemente rammaricati – si legge -. Esprimiamo vicinanza e solidarietà al nostro assessore e amico Generoso, il cui valido ed infaticabile impegno per la città non sarà affatto inibito da simili vigliaccate”. “Assieme, continueremo a lavorare per il bene della comunità così come abbiamo sempre fatto e sia chiaro: non ci fermeremo”, prosegue il post in cui si spiega che “le forze dell’ordine sono già al lavoro e confidiamo affinché il vile autore venga nel più breve tempo possibile individuato ed assicurato alla giustizia”.

LOVECCHIO (M5S): NON MOLLEREMO

“La scorsa notte l’automobile dell’assessore al Bilancio del Comune di Monte Sant’Angelo, Generoso Rignanese è stata distrutta da un ordigno. Il paese garganico è nel terrore, visto che sono atti che si ripetono, che era accaduto al sindaco Pierpaolo D’Arienzo e che il paese è da tempo sotto scacco della mafia. Condanno questo ennesimo gesto e continuo a dire che non bisogna piegarsi alla malavita, rimanere sulla strada che stiamo percorrendo dal nostro insediamento e ribadire la richiesta che la Capitanata sia sempre presente nell’agenda politica del nostro governo”. Lo dichiara il parlamentare del M5S Giorgio Lovecchio commentando quanto accaduto nel paese del Foggiano.
“Uomini, mezzi, sindaci non lasciati soli, è questo che serve – aggiunge – Abbiamo smosso le acque in questi anni e soprattutto negli ultimi giorni, la battaglia è lunga ma va combattuta tutti insieme. E noi non abbiamo alcuna intenzione di mollare”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-20T17:00:55+02:00