Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bellanova: “Conte molto affezionato alla sua centralità. Suoi voti poca roba”

“Pensare di aver vinto con 156 voti, alcuni dei quali raccattati con contrattazioni poco qualificabili e tre senatori a vita. Le sorti delle istituzioni mi sembrano poco solide”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Conte si è molto affezionato al suo ruolo e alla sua centralità e ha tolto spazio al ruolo del Parlamento. Basta vedere quanti decreti e quanti Dpcm sono stati fatti. Non ci si può sostituire alle sedi parlamentari. Io ho provato a comunicare con lui. Il giorno della conferenza stampa gli ho scritto anticipatamente delle mie dimissioni. Ma come al solito non ha risposto”. Così la senatrice di Italia Viva Teresa Bellanova a “The Breakfast Club” su Radio Capital.

I voti presi da Conte? Mi paiono poca cosa. Pensare di aver vinto con 156 voti, alcuni dei quali raccattati con contrattazioni poco qualificabili e tre senatori a vita. Le sorti delle istituzioni mi sembrano poco solide” continua la Bellanova a Radio Capital. Italia Viva che si è astenuta dal voto per responsabilità, spiega la senatrice: “Abbiamo posto problemi che riguardano l’Italia, su quelle questioni abbiamo lasciato una porta aperta a Conte a ai partiti di maggioranza. Se invece di affrontare le questioni ci si occupa di mettere fuori una forza riformista come Italia viva, allora vuol dire che la politica è arrivata a livelli bassissimi. Non sento di essere la responsabile della crisi, sono stata solo responsabile verso il Paese. Quando ho capito di non poter più svolgere il mio lavoro, mi sono dimessa. Sarei rimasta a fare tappezzeria. Fare il ministro porta onori e oneri, quando è diventato solo un onore senza poter incidere ho capito che quello non era più il mio posto. Era il momento sbagliato questo per dimettermi? Se non è ora il momento in cui si impostano le politiche per il futuro, quand’è? Quando avremo consumato tutti i fondi del Recovery per distribuire un po’ di pannicelli caldi?”.

Sullo scostamento di bilancio Bellanova conferma il voto favorevole: “Come abbiamo già detto, non bloccheremo gli interventi sulle persone e sulle imprese. Ma questo è continuare a mettere toppe. Bisogna impostare una strategia di rilancio. Italia viva è pronta a sostenere ogni sforzo per rilanciare l’Italia. Vorrei che ci si interrogasse su quale programma è stata chiesta ieri la fiducia. Chi ha votato la fiducia al governo, sa come si distribuiranno le risorse? E sugli insulti ricevuti sui social: “Ho ricevuto molti insulti e mi ha ferito il silenzio dei miei colleghi, è stato il segno di quanto si è imbarbarito il confronto politico”.

LEGGI ANCHE: Renzi: “Conte attaccato alla poltrona. Dovevano asfaltarci, siamo decisivi”

Conte ottiene fiducia con 156 voti: “Ora rendiamo la maggioranza più solida”

Salvini cita Grillo, caos in aula: “Senatori a vita non muoiono mai…”

Segre: “Parole Salvini sui senatori a vita? Lo ringrazio, ho 90 anni”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»