Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Riabilitazione, edizione del 20 gennaio 2021

E' online l'edizione settimanale del Tg Riabilitazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– ARIR: FISIOTERAPISTA RESPIRATORIO CRUCIALE GESTIONE PAZIENTE

Ridurre la fatica respiratoria dei pazienti con Covid-19, migliorare la gestione dei sintomi, ridurre la necessità di intubazione, aiutare il paziente a raggiungere l’autonomia rispetto alla ventilazione meccanica e ai supporti respiratori, aiutare la persona nella ripresa dell’autonomia nella vita quotidiana. Da qui è nato il seminario internazionale ‘Respiratory physiotherapists fighting Covid-19’ organizzato dall’Associazione Riabilitatori dell’Insufficienza Respiratoria-ARIR. “L’obiettivo- hanno spiegato i responsabili scientifici dell’evento è quello di condividere esperienze, strategie terapeutiche e modelli organizzativi per la gestione del Covid-19”.

– SAN RAFFAELE E UNIVERSITA’ L’AQUILA INSIEME SU PROGETTO GENOMA

L’Irccs San Raffaele Pisana, specializzato in riabilitazione, ha sottoscritto un accordo che lo vede in prima linea insieme all’Università degli studi dell’Aquila istituituendo così una Unità operativa dedicata alla Genomica Umana Funzionale. “La genetica e la riabilitazione sono accomunate da un percorso comune. E in questo nuovo scenario- afferma il direttore scientifico Massimo Fini- genetica e riabilitazione sono diventate due discipline affini e di considerevole interesse perche’ consentono di elaborare per i pazienti trattamenti riabilitativi multidisciplinari e personalizzati finalizzati al miglior recupero funzionale possibile”.

– AUSL ROMAGNA, RIFERIMENTO CHIRURGIA ROBOTICA GINOCCHIO E ANCA

E’ stato presentato nel reparto di Ortopedia del Santa Maria delle Croci dell’Ausl Romagna il progetto per l’impiego della robotica nella chirurgia protesica di ginocchio e anca. La sperimentazione già avviata a Ravenna, ha dimostrato gli importanti vantaggi dell’impiego. “Posizionamento dell’impianto più accurato, riduzione del dolore post-operatorio, riduzione della durata media del ricovero e dei tassi di revisione a 24 mesi – ha spiegato il dottor Alberto Belluati – sono gli aspetti più rilevanti di questo trattamento chirurgico. La tecnologia robotica aiuta inoltre a ridurre al minimo il traumatismo chirurgico, comprimendo così i tempi di recupero e guarigione, minimizzando il rischio di complicanze locali”.

– ASST PAVIA, PARTE SERVIZIO TELERIABILITAZIONE COGNITIVA

Parte all’ASST di Pavia la Teleriabilitazione Cognitiva. Il progetto nasce in collaborazione con il ‘Cognitive and Forensic Neuropsychology Lab – Neuroscience and Society Lab’ diretto dalla Professoressa Gabriella Bottini dell’Università degli Studi di Pavia. Il Neurotablet sarà lo strumento utilizzato per il trattamento calibrato su ogni singolo paziente. Si parte da una vista presso l’ambulatorio di Fisiatria e successivamente è prevista la riabilitazione a domicilio con un monitoraggio settimanale on-line o in presenza. Saranno trattati principalmente pazienti con esiti di ictus cerebrale, Mild Cognitive Impairment (MCI) o Demenza Lieve, Parkinson e Sclerosi Multipla o altre patologie con impatto sul sistema cognitivo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»