Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Graziato Bannon, sotto accusa per frode muro anti-migranti Usa

bannon
Insieme con Bannon, sono state graziate almeno altre 72 persone. Tra loro i rapper Lil Wayne e Kodak Black, perseguiti per reati legati al possesso di armi da fuoco, e l’ex sindaco di Detroit Kwame Kilpatrick. I provvedimenti sono stati adottati a poche ore dal giuramento di Joe Biden
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La grazia all’ex consigliere Steve Bannon, figura di riferimento e icona internazionale della cosiddetta “alt-right“, la “destra alternativa”, è stato uno degli ultimi atti della presidenza di Donald Trump. Del provvedimento ha riferito nella notte la portavoce Kayleigh McEnany, leggendo una nota della Casa Bianca. “Il presidente Trump ha accordato la piena grazia a Stephen Bannon” ha detto la responsabile, citata dalla Cnn e da altre emittenti americane. “Gli inquirenti hanno perseguito Bannon sulla base di accuse di frode legate al suo coinvolgimento in un progetto politico“. L’ex consigliere, che nelle ultime settimane si era riavvicinato a Trump dopo la rottura di alcuni anni fa, era stato arrestato per aver sottratto parte di 25 milioni di dollari donati da privati per la realizzazione di un tratto del muro anti-migranti al confine con il Messico.
Insieme con Bannon, sono state graziate almeno altre 72 persone. Tra loro i rapper Lil Wayne e Kodak Black, perseguiti per reati legati al possesso di armi da fuoco, e l’ex sindaco di Detroit Kwame Kilpatrick. I provvedimenti sono stati adottati a poche ore dal giuramento di Joe Biden, il candidato democratico eletto presidente il 3 novembre. Per la cerimonia, in programma a Washington nel pomeriggio, alle 16.30 americane, sono stati dispiegati migliaia di soldati della Guardia nazionale. A pesare il precedente del 6 gennaio, quando sostenitori di Trump avevano assaltato e occupato per ore la sede del Congresso, il parlamento degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE: Oggi l’insediamento di Joe Biden: dove vedere la diretta

Usa, Biden sceglie Levine: è la prima sottosegretaria transgender

Washington Post: “Biden pensa a cittadinanza per migranti in 8 anni”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»