VIDEO | Crollo palazzina a Catania, il Comune si fa carico delle famiglie rimaste senza casa

A causare il crollo parziale "è stato un cedimento fondale", come dichiarato dal comandante provinciale dei vigili del fuoco, Giuseppe Verme
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – L’amministrazione comunale di Catania si sta facendo carico di assistere i nuclei familiari rimasti senza un’abitazione, a seguito del crollo che si è verificato in un immobile di via Castromarino. Ne dà notizia il sindaco, Salvo Pogliese. Già stasera due famiglie alloggeranno in un immobile comunale appositamente attrezzato come alloggio di emergenza.

Le altre cinque famiglie sono state sistemate provvisoriamente in un albergo cittadino e domani entreranno in contatto coi servizi sociali comunali “per individuare le forme di sostegno adeguate – spiega una nota di Palazzo degli Elefanti – alla singola circostanza che verrà rappresentata”.

Disponibilità dal Comune è stata data anche alle altre persone che hanno preferito farsi ospitare presso abitazioni di parenti, per trovare soluzioni alla situazione emergenziale in cui si sono improvvisamente ritrovate.

A causare il crollo parziale dell’antica palazzina, nel cuore della notte, tra le vie Castromarino e del Plebiscito, “è stato un cedimento fondale”. Lo dice il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Giuseppe Verme.

Si è creata una voragine – aggiunge – che ha tirato giù una parte della parete collassata poi sul cortile”. Lo stabile è stato interamente evacuato ma sono ancora in corso le verifiche dei vigili del fuoco: “Al momento – rassicura Verme – non abbiamo testimonianza di persone coinvolte”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»