A Roccaraso non c’è neve, gli sciatori: “Rimborsateci lo skipass”

Il malcontento sbarca su Facebook attraverso l'associazione ‘Noi consumatori': il 60% delle piste sono chiuse e non è garantita nemmeno la neve artificiale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – A Roccaraso, in provincia dell’Aquila in Abruzzo, non c’è neve e gli sciatori chiedono di essere rimborsati. A farlo sapere è l’avvocato Angelo Pisani, fondatore dell’associazione ‘Noi consumatori’ in un post su Facebook. I “malcapitati sciatori” che hanno pagato “profumatamente” lo skipass stagionale, scrive l’avvocato, hanno “diritto al rimborso e a tante scuse”, perché hanno subito un “gran bidone” non solo per la chiusura degli impianti, ma anche per aver assistito “allo sconto del 30% agli utenti giornalieri” a causa del “parziale utilizzo degli impianti”.

La “grande beffa”, come la chiama l’avvocato napoletano, interessa “migliaia di abbonati a cui non è stata garantita neanche la neve artificiale– fa sapere Pisani- che nella maggioranza degli impianti non è stata sparata per risparmiare”. Chi nella località sciistica abruzzese ha fatto lo skipass annuale, pagando “circa 650 euro”, non può quindi sciare “per mancanza di neve naturale e artificiale” su tutto il comprensorio, dove “le piste sono chiuse al 60%”, conclude l’avvocato.

L’immagine  di copertina e la tabella con le informazioni sulle piste (datate 20 gennaio 2010) sono tratte dal sito skiinfo.it nella pagina relativa a Roccaraso-Rivisondoli.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

20 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»