VIDEO | L’Infinito compie 200 anni: 22 ‘grandi’ della musica italiana lo recitano (in incognito)

Nessun volto e nessun nome, ma un mosaico di voci a comporre, verso dopo verso, il capolavoro del poeta di Recanati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ventidue grandi della musica d’autore italiana recitano L’Infinito di Leopardi. Nessun volto e nessun nome, che restano un mistero tutto da scoprire, ma un mosaico di voci a comporre, verso dopo verso, il capolavoro del poeta di Recanati. È il progetto firmato dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo insieme alla Rai per chiudere le celebrazioni dei duecento anni dell’Infinito, composto da Leopardi tra la primavera e l’autunno del 1819.

“È veramente straordinario che 22 grandissimi autori e artisti della canzone d’autore italiana abbiano donato la loro voce, senza volto e senza nome. Una dichiarazione d’amore collettiva per L’Infinito. Le loro voci si mescolano ed è una cosa bellissima”, ha detto il ministro Dario Franceschini, che oggi al Collegio romano ha presentato il progetto insieme alla direttrice di Rai Cultura, Silvia Calandrelli. Il video, che sarà in onda da oggi al 31 dicembre su tutti i canali Rai e su RaiPlay, è un viaggio sonoro e visivo in cui le voci degli artisti, che hanno offerto gratuitamente il proprio contributo, si uniscono all’animazione del manoscritto di Leopardi.

 

“Questa idea è nata dopo una bellissima giornata di settembre, quando con il presidente Mattarella abbiamo visitato Recanati, il colle e il museo dell’Infinito, l’unico al mondo dedicato a una singola poesia. Da quel viaggio- ha aggiunto Franceschini- abbiamo lavorato a partire dal fatto che la canzone d’autore italiana sia l’erede della grande poesia. Anche per questo nel 2017 nella legge 175 inserimmo una norma per cui la Repubblica riconosce il valore dell’espressione artistica e della canzone popolare d’autore. E allora abbiamo chiesto a tutti i grandi della canzone italiana di leggere L’Infinito e di donare la loro voce gratuitamente, senza volto e senza nome. Li ho chiamati personalmente e quasi tutti hanno accettato. Si tratta di nomi inimmaginabili. Ognuno potrà provare a riconoscere le voci, sembra facile- ha detto infine Franceschini- e invece non lo è”.

E in effetti non è così immediato individuare gli autori che hanno partecipato al progetto, anche se c’è già chi giura di riconoscere le voci di Mina, di Francesco Guccini, di Gianna Nannini, Paolo Conte, Celentano, Laura Pausini, Claudio Baglioni e Zucchero. “Rai e Mibact hanno portato avanti insieme diversi progetti- ha aggiunto Calandrelli- ma una sfida così bella e forte non ci era mai capitata. L’Infinito è un patrimonio importante dell’umanità e da stasera sarà il video sarà in onda su tutte le reti Rai e sulla piattaforma Raiplay dalle 20 di stasera”. Prima di presentarlo alla stampa, il ministro Franceschini ha mostrato il video anche al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»