hamburger menu

Julia Elle e i follower in caduta libera: – 12 mila in pochi giorni. E lei promette: “Saprete la verità”

Dopo la diretta che ha deluso i suoi fan, Julia Elle torna a dire che spera di poter dire al più presto "la verità", che al momento non può dire per questioni legali. Intanto però i follower se ne vanno

Pubblicato:19-11-2022 17:29
Ultimo aggiornamento:21-11-2022 10:52
Canale: Costume e Società
Autore:
julia elle_
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Ha fatto una diretta social in cui non ha dato alcuna spiegazione ai suoi fan che pure le aspettavano da giorni, oggi annuncia che spera di poter parlare finalmente lunedì, per dire “la verità“. Ma intanto un dato in questa storia è certo: i follower di Julia Elle sono in caduta libera. Julia Elle, influencer torinese 34 enne diventata famosa con la pagina Disperatamente mamma, è stata letteralmente travolta dalle polemiche esplose due settimane fa e da allora il suo seguito ha cominciato ad assottigliarsi. Le ‘mosse’ degli ultimi giorni (promettere spiegazioni e non darne nessuna, ma anche cancellare alcune foto vecchie e far sparire ogni commento negativo dai suoi social) non l’hanno aiutata. E i numeri hanno continuato a scendere inesorabilmente.

Due settimane fa, quando tutto il pasticcio è iniziato (con Paolo Paone che rivela su Instagram di non essere il padre del secondo figlio di lei, Chris), Julia Elle ha più di 651 mila follower su Instagram, il social su cui è più seguita e quello che l’ha consacrata a influencer e ha portata dalla sua parte centinaia di brand che fanno riferimento a lei per diffondere i propri prodotti. Oggi è il 19 novembre e Julia Elle di follower ne ha 639 mila. In pratica 12 mila ‘segui’ volati via in due settimane, quasi 1.000 al giorno. Ma come mai?

Il grafico relativo all’account Instagram Disperatamentemamma che compare su Influenceritalia.it


UN RACCONTO DI VITA DIVERSO

Da un lato sicuramente i suoi follower non hanno gradito scoprire che una storia raccontata in un modo sui social era in realtà molto diversa. Che la biografia che lei ha raccontato nei cinque libri scritti per Mondadori in realtà non era una biografia, perchè alcune cose erano del tutto false. È un discorso di fiducia, ahimè. Mi dici bugie così grandi sulla tua vita in un libro? Chissà quante altre me ne avrai dette quotidianamente raccontando la tua vita. Addio, fiducia andata. Julia Elle aveva raccontato, nei libri e anche nelle interviste, che il secondo bambino era figlio del primo compagno, che era stato concepito in una notte di passione anche se loro non stavano più insieme. Aveva scritto la parola “Giuro” di fianco alla narrazione di questo episodio, sicuramente sbalorditivo per la casualità ma verosimile. Eh, ma non dire ‘giuro’ se sai che stai scrivendo una menzogna. Ma al di là della delusione per alcuni elementi raccontati in modo diverso, la vera rivolta di follower contro Julia Elle è probabilmente montata per via di come lei ha gestito questa partita.

LEGGI ANCHE: Dopo la bufera Julia Elle ‘Disperatamente mamma’ annuncia una diretta: “Vi spiegherò tutto”

LE ACCUSE DI VIOLENZA A PAONE

Ha risposto a Paone con un video in cui, seria e struccata, ha detto che lui era un violento e la picchiava. Nessuno ha gli elementi per dire che sia vero o no, lo sanno solo loro come sono andate le cose (ci sarà un processo, ha annunciato lei, e seguirà una verità giudiziaria), ma il punto non è questo. Il punto è che se è vero che lui sia stato un uomo violento e che lei sia scappata da lui portandosi via Chloe piccola, allora a maggior ragione appaiono incomprensibili (e per molti false) tutta una serie di circostanze successive. E questo l’ha fatta apparire in una luce ancora peggiore. Il tuo ex ti maltrattava e tu dopo hai continuato a collaborarci per lavoro? Ci hai addirittura (lui è un musicista) girato un video che parla proprio di violenza alle donne? Hai continuato a fargli frequentare i tuoi figli? Hai volutamente preso accordi con lui per raccontare la vostra vita in un modo falso nei libri? Questo lo ha detto lei stessa, in quelle storie Instagram, di aver scelto di raccontare “una verità concordata” con lui. Ed è questa probabilmente una delle cose che non è più andata giù ai suoi ammiratori. Ti metti d’accordo (chiaramente a fini di guadagnare soldi) con una persona che – lo stai dicendo tu – ti picchiava e ti ha insultato per anni? Male, tutto male. Agli occhi dei follower è diventato tutto troppo faticoso da seguire.

Per non parlare delle foto di gruppo, da famiglia felice, quando Julia aveva già conosciuto il nuovo compagno che ora è diventato suo marito (Riccardo Macario), che li ritraevano tutti insieme: Julia, Paolo, Riccardo e i bambini, felici sotto l’albero di Natale o insieme per una giornata all’insegna della ‘famiglia allargata‘, di cui lei si è vantata sui social. Ma si può fare una cosa del genere con un uomo violento da cui sei scappata? I follower a un certo hanno smesso di crederci. O era falso prima, o sta mentendo ora, hanno pensato. E da qualunque parte la guardi, sempre di falsità parliamo. E disperatamente mamma diventa #disperatamentefalsa, hashtag che in questi giorni sta tanto girando su Twitter.

LEGGI ANCHE: Ex violento o vita da Mulino bianco? È bufera su Julia Elle (Disperatamente mamma)

LA PARABOLA DI VITA CHE AVEVA CONQUISTATO IL PUBBLICO

I follower seguivano Julia Elle perchè la ritenevano una persona forte, che era stata capace di crescere due bambini da sola, che era riuscita ad avere successo a dispetto di una maternità complicata, della solitudine, di un uomo che l’aveva abbandonata con una bambina piccola ma lei ce l’aveva fatta lo stesso. Addirittura riuscendo a crescere un secondo bambino sempre sola. Fino all’arrivo del nuovo amore, a quanto pare quello definitivo, con cui ha raccontato di essersi sposata e da cui è nata la terza figlia, Chiara. Una parabola ammirevole, che aveva conquistato tanto seguito. Ma quello che l’ex compagno Paone ha fatto sapere a tutti nei giorni scorso è un racconto molto diverso: ha spiegato che anche se loro si erano lasciati, lui aveva fatto rimanere in casa Julia e Chloe, la bimba. Che aveva dato loro una mano e che ha fatto rimanere Julia da lui anche quando è rimasta incinta, da un altro uomo, del secondo bambino, Chris. Che ha tenuto lui Chloe quando lei era in ospedale a partorire Chris, e che ha tenuto lui entrambi i bambini quando lei andava a cena le prime volte con Riccardo. Tutto questo a dispetto del racconto del padre assente e totalmente disinteressato ai figli che, di comune accordo, era stato inserito nei libri della Mondadori. “Non mi interessava che la gente pensasse che ero un padre di merda, glielo lasciavo credere”, ha detto adesso Paone, “mi bastava poter continuare a vedere i bambini”. Cosa che invece da alcuni mesi a quanto pare lei gli vietava, da qui la scelta di far esplodere la bomba su Instagram raccontando la verità sulla paternità di Chris e innescando tutto questo macello.

I COMMENTI BRUTTI CANCELLATI E LA DIRETTA FLOP

Ci sarà una sentenza, ci sono avvocati di mezzo, ha detto Julia Elle in questi giorni. Lo ha detto anche nella diretta social di giovedì sera, annunciata come chiarificatrice e invece rivelatasi un breve e insulso monologo di 8 minuti, dal momento che i commenti erano disattivati. Scelta, questa, che ha fatto perdere ulteriore seguito alla instagrammer. Critiche a pioggia, accuse, commenti negativi. Ce ne sono anche di positivi, ci sono tante persone che nelle ultime settimane continuano a commentare con cuoricini o scrivendole “Sono con te”, “Forza Julia”. Ma di fatto i commenti negativi, invece, da giorni vengono prontamente e quotidianamente cancellati dal profilo Instagram di lei: via tutto, tutti i commenti negativi vengono spazzati via. La notte se ne intercetta qualcuno, la mattina dopo sono spariti. E anche questo è una scelta che non piace e non è piaciuta al pubblico. Purtroppo, però, le tracce restano: ci sono post che hanno formalmente migliaia di commenti. Ma poi sotto, di leggibili, ce ne sono molti meno. Gli altri? Cancellati. Così come un’altra cosa che i seguaci di Julia non hanno mandato giù è stata l’operazione di ‘pulizia’ fatta ai suoi profili. Quando è esplosa la polemica, dal profilo di Julia Elle sono sparite parecchie foto, in particolare appunto quelle che ritraevano tutti insieme con anche Paolo Paone.

IL NUOVO ANNUNCIO: “SAPRETE LA VERITÀ”

Oggi Julia Elle è tornata a parlare con una storia su Instagram: “Sto facendo davvero molta a fatica a dover attendere per poter parlare di questa vicenda pubblicamente. Nessuno più di me vorrebbe poter dire tutto quello che ho da dire, ma ci sono delle priorità e per quanto sia logorante dover subito il giudizio di chi legge affermazioni false che mi riguardano, c’è un risvolto legale e io adesso non posso parlare. Spero di poterlo fare lunedì, speravo di poterlo fare già oggi. Attenderò per forza, ma voglio che sappiate che saprete la verità”. Nella diretta di giovedì aveva anche detto di aver fatto un’intervista che sarebbe uscita. Forse uscirà lunedì”. Insieme a questo annuncio, Julia Elle pubblica anche una serie di messaggi che ha ricevuto da suoi sostenitori. Dicono che “nessuno dovrebbe giudicare le sue scelte di vita” e che “ognuno fa le sue scelte di vita”. Che “qualsiasi scelta tu abbia fatto, l’avrai fatta per il bene dei tuoi figli”. Rassicurano Julia sul fatto che “non devi dare spiegazioni a nessuno“. È certamente così, e ci mancherebbe. Ma per chi ha costruito un impero proprio sulla sua vita in vetrina (il profilo Disperatamentemamma era nato per raccontare con ironia le disavventure di una giovane mamma sola alle prese con le difficoltà prima di uno poi di due bambini, sempre esibiti sui social) è inevitabile ritrovarsi con il pubblico in rivolta dal momento in cui si scopre che dietro la favola raccontata per anni c’erano altre cose.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-21T10:52:05+01:00

Ti potrebbe interessare: