Covid, Spadafora: “No riaperture delle palestre nel prossimo Dpcm”

"Dobbiamo superare i mesi più critici facendo ancora dei sacrifici", ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Credo che non esistano purtroppo le condizioni sanitarie in questo momento per poter prevedere nel prossimo Dpcm, quello che andrà in vigore dal 4 dicembre, le aperture” di palestre e centri sportivi. Lo ha detto il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, nel corso della di ‘Porta a Porta’ in onda ieri sera su Raiuno.

“Capisco che sarà una sofferenza ulteriore per tutto questo mondo però oggi non esistono le condizioni, quindi è bene anche prepararsi direi certamente al fatto che ci sarà una proroga delle chiusure“, ha aggiunto Spadafora, il quale ha poi evidenziato che lo stesso discorso si estenderà a “tutte le realtà chiuse con l’ultimo Dpcm, dai teatri ai musei. Sicuramente sarà difficile”. Infine, “ovviamente- ha concluso il ministro- questo vorrà dire che aiuteremo il settore anche per tutto il tempo ulteriore in cui resteranno chiusi” i centri. “Dobbiamo superare i mesi più critici facendo ancora dei sacrifici”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»