Domani Salvini a Bologna, vermi contro di lui

Al grido di "bigattini su Salvini", blitz all'hotel Savoia Regency di Bologna che, domani, ospiterà un'iniziativa che tra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Al grido di “bigattini su Salvini”, blitz all’hotel Savoia Regency di Bologna che, domani, ospiterà un’iniziativa che tra gli altri ospiti vedrà la partecipazione anche del leader della Lega nord, Matteo Salvini. A rendere nota la protesta è un comunicato diffuso dal collettivo Hobo, che lo rilancia anche su Facebook, che però in calce porta la firma “Aurelio Band”.

Insieme al comunicato c’è anche un breve video, in cui si vedono un paio di persone entrare nella hall dell’albergo, con il volto coperto da maschere dello stesso Salvini, per svuotare sul pavimento alcuni sacchetti. “Vermi ai vermi”, recita il comunicato, citando l’evento in programma per domani: si tratta della quinta convention nazionale di Confabitare e, insieme a Salvini, è annunciato anche Silvio Berlusconi.

Il leader leghista, via Facebook, conferma che ci sarà e intanto commenta così il blitz che i “bravi ragazzi” hanno firmato oggi: “Mi fanno paura? No, mi fanno pena. Centri a-sociali abusivi da sgomberare, tutti”. Sempre Hobo, intanto, stamattina riferisce su Facebook di aver effettuato una “azione comunicativa” in piazza del Nettuno confermando la contestazione lanciata per domani: l’appuntamento è per le 14,30 in via del Pilastro, nei pressi dell’hotel Savoia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»