Calabria, Cittadella regionale intitolata a Jole Santelli

"Saremo sempre la giunta Santelli", ha dichiarato il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – “Cittadella regionale Jole Santelli“. Sarà intitolato così il palazzo che unifica gli uffici della giunta regionale a Catanzaro. Lo ha deciso oggi l’esecutivo regionale nella prima riunione, presieduta dal vicepresidente Nino Spirlì, dopo la scomparsa della presidente Jole Santelli. Nelle motivazioni della delibera approvata dall’esecutivo viene ribadito: “l’altissimo impegno profuso da Jole Santelli in favore della Calabria, manifestando con tenacia e determinazione, in ogni sede istituzionale, la sua inequivocabile volontà di promuovere una nuova immagine della propria terra”.

LEGGI ANCHE: Morte di Jole Santelli, giunta regionale affidata a Nino Spirlì

SPIRLÌ: “SAREMO SEMPRE LA GIUNTA SANTELLI”

In termini burocratici direi un atto dovuto, ma in realtà non è così. È qualcosa di più.
Pur essendo una delibera di giunta, è stata fatta con lucido sentimento. Tutta la giunta sin dai primi istanti di questa tristissima pagina di storia della Calabria, ha deciso di personalizzare su Jole non solo i progetti, non solo i sentimenti, ma proprio questa casa dei calabresi che diventa tale e di Jole, che i calabresi li ha amati e li ama“. Così il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì sulla proposta di delibera approvata oggi dalla giunta, di intitolazione della Cittadella regionale di Catanzaro alla governatrice Santelli scomparsa nei giorni scorsi. “Noi – ha aggiunto Spirlì – saremo sempre la giunta Santelli”. La delibera approvata sarà inviata al Consiglio regionale per la relativa presa d’atto. La decisione di trasmettere gli atti all’assemblea legislativa nasce dalla volontà di coinvolgere tutti i gruppi istituzionali presenti.

LEGGI ANCHE: 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»