Giornale radio sociale, edizione del 19 ottobre 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale su www.giornaleradiosociale.it
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

INTERNAZIONALE – Che brutto clima. I metereologi ci avvertono. Dobbiamo intervenire prima che sia troppo tardi. Il servizio di Fabio Piccolino. Due milioni di morti e oltre tre trilioni e mezzo di dollari di perdite economiche: è il calcolo complessivo di oltre 11 mila disastri attribuiti a eventi meteorologici, climatici e legati all’acqua accaduti nel nostro pianeta negli ultimi 50 anni. Sono i dati del Rapporto coordinato dall’Organizzazione meteorologica mondiale e redatto con 16 agenzie internazionali che avverte come queste tragedie siano aumentate in frequenza, intensità e gravità a causa dei cambiamenti climatici, colpendo le comunità vulnerabili in modo sproporzionato. Un quadro che, si prevede, sarà ancora più drammatico in futuro: si stima infatti che nei prossimi dieci anni il numero di persone messe in ginocchio da tempeste, inondazioni, siccità e incendi potrebbe raddoppiare se non si interverrà rapidamente nella prevenzione e nell’attivazione di sistemi di allerta precoce.

SOCIETA’ – In miseria. Il rapporto di Caritas Italiana, pubblicato in occasione della Giornata mondiale contro la povertà, fotografa i gravi effetti economici e sociali dell’attuale crisi sanitaria: i nuovi indigenti aumentano del 45% rispetto allo scorso anno e nel 2020 quasi una persona su due si è rivolta all’organismo pastorale della CEI per la prima volta. Il Paese sta affrontando una grave recessione con una importante flessione del pil e con l’occupazione che registra un calo di 841mila lavoratori rispetto al 2019. Inevitabile l’aumento delle persone in stato di bisogno estremo.

ECONOMIA – Reddito subito. “È necessario modificare e potenziare il Reddito di cittadinanza”. Lo chiede il Presidente nazionale delle Acli e portavoce nazionale dell’Alleanza contro la povertà, Roberto Rossini. Le priorità sono l’allargamento della platea, il consolidamento dei servizi territoriali, rafforzare ammortizzatori sociali e dire sì al Mes.

CULTURA – L’azione che (ri) costruisce. La crisi sanitaria ha modificato il contesto in cui agiscono i volontari: emergono nuovi scenari che richiedono un ripensamento sulle modalità dell’operare. Per questo l’Università specializzata nata nel 2012 a Milano organizza per domani, martedì 20 ottobre, alle 18 l’incontro gratuito on line che offrirà ad associazioni e singoli individui una panoramica sulle trasformazioni in atto e sulle sfide sociali dei mesi a venire.

DIRITTI – Rinvio tattico. “È incredibile e incomprensibile la decisione di differire esclusivamente la discussione sulla legge contro l’omotransfobia e la misoginia”. Lo ha dichiarato Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, secondo il quale “se l’attività legislativa non può proseguire per motivi sanitari allora si chiuda tutto il Parlamento. Lo slittamento selettivo della sola legge che riguarda i crimini verso le persone LGBTI suona come un trucchetto politico per rimandare ancora una volta la discussione su una norma attesa da 25 anni”. In favore della legge anche lo scrittore Roberto Saviano. Ascoltiamolo.

SPORT – Cimiteri di biciclette. Dopo il boom degli ultimi anni, in estremo Oriente proliferano i luoghi di smaltimento per i resti di centinaia di migliaia di mezzi del bike sharing. Spariti gli investimenti multimilionari, ora tocca ai contribuenti pagare per la rimozione di cicli ritrovati un po’ ovunque, alcuni persino nel letto dei fiumi. Mentre alcune compagnie superstiti hanno trovato modi creativi di riciclarle.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»