Stadio Roma, revocati arresti domiciliari a Luca Parnasi

Lo ha dediso gip Tomaselli, disposto obbligo firma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono stati revocati gli arresti domiciliari a Luca Parnasi, l’imprenditore ed ormai ex amministratore della società Eurnova arrestato (e finito in carcere) lo scorso 13 giugno nell’ambito dell’inchiesta sul nuovo stadio della Roma per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Il gip Paola Tomaselli ha accolto l’istanza dei difensori di Parnasi, Emilio Ricci e Giorgio Tamburrini, disponendo l’obbligo di firme tre volte a settimana e l‘obbligo di dimora nella Capitale per il costruttore che era agli arresti domiciliari dal 20 luglio scorso.

Ti potrebbe interessare:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»