Referendum, Rosati: “Monti vota no? Da lui la più orrenda modifica alla Costituzione”

L'esponente Pd, sottolinea: "Il pareggio di bilancio summa ideologica austerità distruttiva"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

monti mario

ROMA – “Stupisce e fa rimanere esterrefatti che l’ex presidente Monti inviti a votare No al referendum, quando e’ stato proprio lui a proporre e a far approvare una delle piu’ orrende modifiche alla Costituzione, introducendo nella Carta il pareggio di bilancio, come summa ideologica di una austerita’ distruttiva che ha creato tante sofferenze in Europa”. Cosi’ l’esponente dem Antonio Rosati, a proposito delle parole dell’ex presidente del Consiglio, Mario Monti, che ha dichiarato di votare No al referendum costituzionale. “Questo- aggiunge Rosati riferendosi al pareggio di bilancio in Costituzione- ha ristretto di fatto la liberta’ democratica e politica, ma soprattutto la liberta’ dei cittadini, ai quali invece noi che sosteniamo il Si’ vogliamo dare potere in piu’ per la scelta di Governo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»