NEWS:

Domani scatta la tagliola per i positivi al Covid che vogliono votare

La richiesta del voto domiciliare va fatta entro il quinto giorno dal voto

Pubblicato:19-09-2022 19:40
Ultimo aggiornamento:19-09-2022 19:40

elezioni
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Martedì 20 settembre scatta la tagliola per i positivi al Covid-19 che vorranno votare alle elezioni politiche di domenica 25 . Una scadenza che potrebbe interessare oltre 420mila persone, quante sono quelle attualmente in isolamento domiciliare in Italia (al 16 settembre erano 421.980 secondo i dati della Fondazione Gimbe). Le indicazioni al voto sono contenute nella sezione del sito del ministero dell’Interno Eligendo, che al paragrafo 25 prevede: “Possono votare presso il comune di residenza facendo pervenire al sindaco del comune nelle cui liste sono iscritti, in un periodo compreso tra il 10° e il 5° giorno antecedente quello della votazione: una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio e recante l’indirizzo completo di questo; un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dalla ASL, in data non anteriore al 14° giorno antecedente la data della votazione, che attesti la sottoposizione a trattamento domiciliare o la condizione di isolamento per covid-19. Il loro voto è raccolto da appositi ‘seggi speciali'”.

Attenzione quindi alle date: martedì è il 5° giorno antecedente alle elezioni, per cui è l’ultimo giorno per poter inviare la richiesta. Sul sito di ogni Comune sono indicati i recapiti email e telefonici a cui scrivere o chiamare. Non dovranno preoccuparsi, invece, i positivi persistenti perché oltre il 14esimo giorno di positività decade l’obbligo dell’isolamento. Per chi ha contratto il Covid e risulta poisitivo per più di 14 giorni consecutivi non ci sarà bisogno di rispettare la quarantena. Potranno recarsi al seggio e votare.

Il voto non sarà impossibile nemmeno per gli elettori ricoverati nei reparti Covid-19 delle strutture sanitarie. Il ministero dell’Interno prevede che “possono votare nelle sezioni ospedaliere, purché le strutture che li ospitano abbiano almeno 100 posti letto. Se invece sono ricoverati in strutture con meno di 100 posti letto, il loro voto viene raccolto da appositi seggi speciali che si recano appositamente presso la struttura sanitaria di ricovero”. Il 25 settembre si terranno, quindi, le prime elezioni politiche in epoca Covid, dopo il diffondersi del virus pandemico. I numeri del contagio sono fortunatamente in calo, ma molti si chiedono se anche il virus contribuirà ad accrescere l’astensionismo. Secondo gli esperti sarà questo uno dei tratti distintivi della prossima tornata elettorale.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy