Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

MotoGp, a Misano Bagnaia vince il Gp di San Marino davanti a Quartararo

francesco bagnaia ducati
Al Gp di San Marino Pecco centra la seconda vittoria di fila e rosicchia punti al leader del Motomondiale, che resta comunque a +48. Solo 17esimo Valentino Rossi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

(Foto Ducati)

ROMA – Francesco Bagnaia su Ducati ha vinto il Gp di San Marino, classe MotoGp, sul circuito di Misano. Secondo posto per Fabio Quartaro su Yamaha, terza la Ducati di Enea Bastianini. Per ‘Pecco’ si tratta della seconda vittoria consecutiva, dopo quella ad Aragon. Una vittoria strameritata perché, dopo aver guadagnato la pole position, ha comandato la gara dall’inizio alla fine. Bastianini centra invece il primo podio nella classe regina.

LA GIOIA DI PECCO: “SIAMO STATI INCREDIBILI”

“Ho cercato di spingere tantissimo nei primi due, tre giri. Gli ultimi dieci sono stati complicati, ho cercato di continuare a spingere”. Lo ha detto Francesco Bagnaia al termine del GP di San Marino vinto sul circuito di Misano. Il pilota della Ducati ha poi aggiunto: “Oggi siamo stati incredibili, il team ha fatto il lavoro in modo perfetto, due vittorie di fila sono incredibili”.

Dopo le difficoltà nell’ultima parte, a una decina di giri in cui è passato da 2″7 di vantaggio a sei decimi, il ducatista è riuscito a tenere testa alla Yamaha di Quartararo, che si era portato a poco più di un decimo dalla sua moto. “Nel finale – ha confermato Pecco – ho fatto il miglior ultimo T3 della mia gara”. Rispetto alla vittoria spagnola di Aragon, per Bagnaia quella di Misano è stata “più dura. Questa pista è più corta e ci sono più giri. E poi qui il calo della gomma è diverso rispetto ad Aragon. Negli ultimi giri ho capito come non usare troppo il posteriore e questo mi ha permesso di guadagnare”.

Pecco ha confessato comunque di aver temuto un sorpasso da parte del pilota francese: “Temevo che mi passasse nel Carro lento, ma sono riuscito a stare davanti”. Per Bagnaia “vincere due gare è bello, ma vincere in casa è speciale. Io pilota completo? Lo spero. La moto va da paura, noi stiamo gestendo nel migliore dei modi. Stiamo facendo un bel lavoro per il prossimo anno”. Una vittoria da festeggiare “con il team questa sera, a cena”.

VALENTINO SOLO 17ESIMO, MALE GLI ALTRI ITALIANI

Ai piedi del podio Marc Marquez, seguito dall’altro ducatista Jack Miller e dal campione del mondo in carica Joan Mir. Davanti al pubblico di casa, Valentino Rossi non va oltre il 17esimo posto. Peggio di lui fanno gli altri italiani Franco Morbidelli, Luca Marini, e Andrea Dovizioso, appena tornato nel circuito con la Yamaha Petronas, che chiude all’ultimo posto. Nella classifica del Motomondiale resta leader Quartararo, a +48 proprio su Bagnaia.

BASTIANINI: “HO VOLUTO QUESTO PODIO A TUTTI I COSTI”

“Il podio non era preventivato” ma alla fine “l’ho voluto a tutti i costi”. Enea Bastianini il terzo posto sul circuito di Misano, nel GP di San Marino, se lo è cercato, sudato e conquistato sul campo, anzi in pista avendo girato costantemente sull’132″, piazzando il giro record in 1’32″242 al giro numero 17. A colpi di giri veloci, infatti, ha prima tallonato e poi superato anche la Ducati di Jack Miller per piazzarsi alle spalle di Francesco Bagnaia e Fabio Quartaro, irraggiungibili.

“Ho battagliato in gara – ha detto il pilota della Ducati – Dopo aver superato Miller mi sono detto che dovevo spingere tanto. È stato invece impossibile attaccare Quartararo e Bagnaia. Per me Misano è magico. Ci siamo impegnati tanto nel weekend. Il podio non era preventivato, alla fine l’ho voluto a tutti i costi. A metà gara andavo forte, alla fine mi sono accontentato del terzo posto”.

QUARTARARO: “PECCO SU UN ALTRO LIVELLO, HA FATTO UN CAPOLAVORO”

“Ho dato tutto. Volevo provare a vincere ma oggi Bagnaia era su un altro livello”. Fabio Quartararo è comunque soddisfatto. Il pilota della Yamaha, leader del Motomondiale con 234 punti, ha limitato i danni, conquistando comunque 20 punti che gli consentono di tenere a distanza Pecco, che a Misano ha tagliato il traguardo per primo dopo una bella lotta, nella second parte di gara, con il francese. Il ducatista è salito a quota 186.


“Volevo provare a vincere – ha proseguito Quartararo – ma Pecco oggi era su un altro livello. Abbiamo portato a casa 20 punti per il campionato, va bene così, lui è stato fantastico“. Ancora il leader del Mondiale: “È stata una gara dura con le Ducati. Ho provato tutto all’inizio ma Pecco aveva troppo vantaggio. Arrivare fino a Bagnaia potevo farlo, ma superare no. All’ultimo giro ha fatto un time attack, ha fatto un capolavoro oggi. Oggi ho provato tutto, pensavo poco al campionato, più a vincere. Ho rischiato di cadere spesso, ma è la prima volta che sono contento per un secondo posto così sofferto”, conclude il pilota della Yamaha.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»