Il M5S prossimo alla scissione? “Una clamorosa fake news”

"Ancora una volta ci ritroviamo a dover smentire una fake news che mira a disinformare i cittadini e screditare il MoVimento", si legge in una nota
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “È clamorosamente inventato il retroscena pubblicato quest’oggi sul ‘Messaggero’. Una totale invenzione del giornalista che ipotizza una scissione nel gruppo parlamentare M5S con tanto di elenco di nostri PortaVoce che vorrebbero lasciare, a suo dire, il Movimento. Il tutto senza essersi mai confrontato con una fonte ufficiale M5S. Ancora una volta ci ritroviamo a dover smentire una fake news che mira a disinformare i cittadini e screditare il MoVimento”. Così in una nota il M5S.

D’UVA: SCOPRO VOLERMI SCINDERE DAL MOVIMENTO A MIA INSAPUTA…

“Sfogliando le pagine del Messaggero, stamattina scopro di volermi scindere dal MoVimento 5 Stelle. A mia insaputa. Ovviamente si tratta di un retroscena totalmente inventato. Una totale invenzione che coinvolgerebbe, tra gli altri, anche miei colleghi. Sempre a loro insaputa”. Lo scrive su facebook Francesco D’Uva, capogruppo M5s alla camera. “Non riesco davvero a capire- aggiunge- come queste fake news finiscano all’interno un giornale di così alto peso nazionale che, invece di informare i cittadini, evidentemente li disinforma. Ancora una volta mi ritrovo a smentire una notizia falsa e inventata. Non è la prima volta e, purtroppo, sono sicuro che non sarà neanche l’ultima”.

RUOCCO: CORRENTE INTERNA PRONTA A SCINDERSI? NOTIZIA FANTASIOSA

“Leggo sul Messaggero di oggi voci riguardanti una fantomatica corrente interna pronta a scindersi dal M5S di cui sarei parte. Smentisco categoricamente questa ‘notizia’ fantasiosa e completamente infondata. Sono e rimango nel M5S, abbiamo un programma da realizzare”. Lo scrive su twitter la deputata M5s Carla Ruocco.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»