hamburger menu

Meloni: “Letta scredita l’Italia per il suo tornaconto”. La replica: “No, lo fanno le tue follie”

La leader di FdI critica il segretario dem per le dichiarazioni alla Cnn ("La vittoria della destra rappresenta un grosso rischio per l'Italia e l'Europa") e rilancia il blocco navale

Letta_meloni -min
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Botta e risposta tra Enrico Letta e Giorgia Meloni a poco più di un mese dalle elezioni politiche del 25 settembre. L’ultimo motivo di scontro tra i leader dei due partiti dati in testa ai sondaggi riguarda un’intervista rilasciata dal segretario dem alla Cnn: “La vittoria della destra rappresenta un rischio – spiega Letta -. Non è solo un problema di discorsi o di parole. La destra ha votato contro la direttiva europea sul clima, contro tutte le politiche sull’immigrazione che sono arrivate dall’Europa, contro una maggiore integrazione europea. In Europa sono alleati con Orban e Le Pen. Noi pensiamo che ci sia un grande rischio, non solo per l’Italia, ma per l’Europa“.

MELONI: “LETTA SCREDITA L’ITALIA PER IL SUO TORNACONTO”

La presidente di Fratelli d’Italia sceglie di replicare a Letta su Facebook: “La differenza tra la sinistra italiana e i patrioti italiani? Semplice, i patrioti difendendo sempre l’Italia, la sinistra va in giro a screditare la Nazione per difendere il proprio tornaconto. Enrico Letta, segretario del Pd, utilizza la sua intervista alla Cnn non per parlare bene della sua Patria, o almeno del suo programma – sottolinea Meloni – , ma per lanciare allarmi e menzogne su Fratelli d’Italia dicendo che in caso di vittoria del centrodestra sarà la catastrofe in Italia e in Europa. A Letta non importa se così facendo danneggia l’Italia, la sua unica preoccupazione è tutelare il sistema di potere della sinistra italiana. Siamo fieri di essere l’alternativa politica a questa gente”, conclude la leader FdI.

LA REPLICA DI LETTA: “LE FOLLIE DI MELONI CI SCREDITANO”

“Meloni mi accusa di screditare gli italiani all’estero perché espongo coi fatti le scelte del suo partito in Europa“. Lo dichiara Enrico Letta, rispondendo alle accuse della presidente di FdI. “Nello stesso giorno lei parla di: 1)obbligo di fideiussione per gli stranieri; 2) blocco navale fuori dai nostri confini; 3)Pnrr da rinegoziare. Tre follie per chi ci guarda da fuori”, rimarca il leader dem.

MELONI RILANCIA IL BLOCCO NAVALE: “MISSIONE UE-NORD AFRICA”

Letta, tra le altre cose, si riferisce al video pubblicato oggi da Meloni su Facebook, in cui la presidente di Fratelli d’Italia insiste con il blocco navale come soluzione al problema dell’aumento degli sbarchi dei migranti: “Pronti a difendere i confini dell’Italia. 800mila migranti sbarcati illegalmente da quando la sinistra è al governo – afferma Meloni – solo l’8% di questi ha ottenuto il diritto ad asilo o protezione, gli altri, quasi tutti maschi in età adulta, sono immigrati clandestini”.

“Fratelli d’Italia vuole il blocco navale: una missione europea, in accordo con gli Stati del nord Africa, per fermare la tratta di esseri umani e le morti in mare – prosegue la leader FdI – con anche l’istituzione in territorio africano di hotspot gestiti insieme all’Unione europea dove vagliare le richieste di asilo e distinguere chi ha diritto alla protezione internazionale da chi non ce l’ha. Vogliamo ribadire – conclude Meloni – il principio che in Italia si entra solo legalmente. Non permetteremo che i flussi migratori verso l’Italia vengano gestiti da criminali e scafisti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-20T14:02:39+02:00