hamburger menu

La copertina di Tpi ‘Stanlio&Broglio’ fa arrabbiare Calenda: “Buffoni”

Il leader di Azione attacca il magazine per la caricatura sua e di Renzi e se la prende anche con l'opinionista Luca Telese. Che replica: "La satira fa male alla politica, anche se innocente"

Pubblicato:19-08-2022 13:57
Ultimo aggiornamento:19-08-2022 13:57
Canale: Politica
Autore:
copertina_tpi_calenda_renzi
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – È polemica per la copertina del nuovo numero del settimanale di ‘The Post Internazionale‘. In apertura, come rilanciato dall’opinionista del magazine Luca Telese, il titolo ‘Stanlio & Broglio’ con la caricatura di Matteo Renzi e Carlo Calenda, protagonisti dell’accordo del Terzo polo in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. “Un programma che non esiste (l’Agenda Draghi), un accordo tradito (con il Pd) e due leader che si detestano – si legge ancora in copertina – Così Calenda e Renzi puntano alla rielezione, con una legge elettorale-truffa voluta dall’ex premier. Che toglie ai cittadini il diritto di scegliere gli eletti e che consegnerà alla destra targata Meloni una vittoria schiacciante”.

LEGGI ANCHE: Calenda: “Chiederemo a Draghi di restare premier”. Boschi d’accordo con Berlusconi: “Assoluzioni siano inappellabili”

CALENDA ATTACCA TPI E TELESE: “BUFFONI”

Immediata la reazione su Twitter del leader di Azione: “La cosa divertente è che ieri sera (ospite della trasmissione di La7 ‘In onda’, ndr) quando ho provato a dire che anche i giornalisti hanno le loro responsabilità sullo stato del Paese e che hanno trasformato il giornalismo in intrattenimento, Telese piccato ha difeso il suo giornalismo serio e professionale. Buffoni“, scrive Calenda.

TELESE: “LA SATIRA FA MALE ALLA POLITICA, ANCHE SE INNOCENTE”

Al leader di Azione replica lo stesso Luca Telese sul sito di Tpi: “Ha fatto (e sta facendo) discutere, e non poteva essere altrimenti la nostra copertina sul Rosatellum e sui suoi ‘orrori’. Lo sberleffo al padre politico di quella legge”. L’opinionista prosegue: “Capiamo bene che la satira faccia male alla politica, e ci stupiamo, ancora una volta, che sia così anche per quella più innocente. Tuttavia il primo bersaglio di questa copertina non è tanto l’ironia sui leader che cambiano idea dalla mattina alla sera (‘La politica di Renzi mi fa orrore!‘ gridava Calenda proprio a La7, solo un anno fa, e ieri ha ammesso e spiegato la sua incoerenza su questo tema) – spiega Telese – il tema è questo grave vulnus al cardine più importante della nostra architettura istituzionale, al fondamento della Repubblica”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-19T13:57:34+02:00