Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Roma sbarcano altri 201 afghani. C’è anche l’attivista Zahra Ahmadi

AFGHANISTAN_VOLI_ITALIA
Questa mattina è decollato da Kabul un C130 dell’Aeronautica Militare che ha evacuato 99 cittadini afghani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Questa mattina alle 08:00 italiane è decollato da Kabul un C130 dell’Aeronautica Militare che ha evacuato 99 cittadini afghani. Nella notte un altro velivolo C130 era decollato da Kabul con a bordo 95 persone. Dopo uno scalo tecnico, tutte le persone evacuate dai C130 sono state trasportate con i KC767 in Italia.

Nella giornata di oggi ulteriori 2 C130J decolleranno dal Kuwait per Kabul. Sempre in esecuzione del ponte aereo, alle 12.30 è atterrato a Fiumicino un KC 767 con a bordo 201 afghani evacuati nella giornata di ieri dalla capitale afghana. Con l’arrivo odierno sono oltre 500 gli ex collaboratori e loro familiari trasferiti in Italia dal giugno scorso quando con l’operazione Aquila 1 furono portati nel nostro Paese 228 afghani.

La Difesa ha messo in campo per l’operazione Aquila Omnia, pianificata e diretta dal COVI Comando Operativo di Vertice Interforze, comandato dal Generale Luciano Portolano, 8 aerei, 4 KC767 che si alternano tra l’area di operazione e l’Italia e 4 C130J, questi ultimi dislocati in Kuwait, da cui parte il ponte aereo per Kabul. Sono oltre 1500 i militari italiani del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI) impegnati su disposizione del ministro della Difesa Lorenzo Guerini in questa complessa operazione per il ponte aereo Roma-Kabul. Personale del Joint Force HQ (JFHQ), del Comando Operazioni Forze Speciali (COFS), della Joint Evacuation Task Force (JETF), della Joint Special Operation Task Force (JSOTF), del Comando Operazioni Aerospaziali AM (COA), della 46^ Brigata Aerea, del 14° Stormo dell’Aeronautica Militare, della Task Force Air di Al Salem (Kuwait), oltre a tutti i militari delle Forze Armate e dei Carabinieri preposti alla accoglienza e gestione al loro arrivo in Italia.

LEGGI ANCHE: Afghanistan, Giarrizzo (EI): “Andremo avanti con il ponte aereo umanitario”

Afghanistan, i talebani incontrano i leader della riconciliazione. Almeno tre morti nelle proteste a Jalalabad

Le promesse dei talebani e le prime denunce: cosa sta accadendo in Afghanistan

ANCHE L’ATTIVISTA ZAHRA AHMADI TRA I PASSEGGERI

C’è anche “l’attivista Zahra Ahmadi e le ricercatrici della Fondazione Veronesi” tra le persone atterrate oggi all’aeroporto di Roma Fiumicino con un volo dell’Aeronautica militare italiana partito ieri da Kabul. Lo rende noto su Twitter il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale. Il ministero, si legge sul social, “continua il proprio impegno con operazioni di rimpatrio, rivolgendo un’attenzione speciale a chi ha collaborato per l’Italia e a chi è minacciato, come donne e giovani“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»