Coronavirus Campania, tamponi all’aeroporto di Capodichino per chi rientra dall’estero

Obbligo delle mascherine in spiaggia a Meta di Sorrento e nuovo macchinario per l'analisi rapida dei tamponi Covid-19 donato all'ospedale di Sorrento da Federalberghi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Parte a breve l’effettuazione dei tamponi per chi rientra dall’estero anche all’aeroporto di Capodichino (Napoli)”. Lo annuncia il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “La situazione e’ pienamente sotto controllo – dice – ma occorre evitare comportamenti irresponsabili e sbagliati, come ad esempio recarsi nei pronto soccorso degli ospedali per sottoporsi a tampone appena rientrati dall’estero, senza considerare il periodo di incubazione del virus. Siamo ovviamente impegnati a fornire i risultati dei tamponi nei tempi piu’ rapidi possibili, tenendo conto del lavoro enorme che si sta facendo. L’impegno – assicura De Luca – continua senza sosta, come e’ stato per l’intero mese di agosto”. 

OBBLIGO MASCHERINE IN SPIAGGIA A META DI SORRENTO

Entrano in vigore da domani ulteriori misure per contenere il contagio da Covid-19 nel comune di Meta di Sorrento, frequentato centro vacanziero della penisola. Il sindaco Giuseppe Tito ha firmato un’ordinanza, valida fino al 31 agosto, che obbliga all’uso della mascherina su tutte le spiagge libere e nei lidi “quando non si staziona sotto il proprio ombrellone o non si sta in acqua”. È vietato stazionare sugli arenili dalle 20 alle 6. È prevista una multa di 2500 euro per chi viola le disposizioni. Bar, pasticcerie, ristoranti e pizzerie devono obbligatoriamente restare chiuse dalla mezzanotte alle sei del mattino. Sospese, per evitare assembramenti, tutte le manifestazioni pubbliche in programma. E’ prevista una sanzione di mille euro ai trasgressori delle misure relative al distanziamento e all’uso obbligatorio delle mascherine.

FEDEALBERGHI DONA ALL’OSPEDALE DI SORRENTO MACCHINARIO PER ANALISI TAMPONI IN 51 MINUTI

Da oggi l’ospedale di Sorrento (Napoli) ha in dotazione un nuovo macchinario per l’analisi rapida dei tamponi Covid-19. Il tempo impiegato per l’esame e’ di 51 minuti. Si tratta di uno strumento all’avanguardia da impiegare soprattutto nelle situazioni emergenziali. Con la nuova apparecchiatura la struttura ospedaliera sorrentina puo’ fare l’esame dei test direttamente in casa anche a residenti e ospiti delle strutture ricettive. Il macchinario e’ stato donato da Federalberghi Penisola sorrentina.
“Il dispositivo donato da Federalberghi consentira’ di verificare l’eventuale positivita’ al Covid nel giro di un’ora – ha spiegato Gennaro Sosto, direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud – Il nuovo sistema per analisi di biologia molecolare e’ il frutto di una sinergia tra istituzioni fondamentale per ridurre i trasferimenti di pazienti che potrebbero aver contratto il Covid, affrontare eventuali emergenze e dare sicurezza al territorio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»